Caso Onana, rottura UFFICIALE: “Ha chiesto di andarsene”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:10

Il portiere di proprietà dell’Inter è stato escluso dai convocati del match pareggiato quest’oggi dal Camerun contro la Serbia

Tra le tante sorprese che il Mondiale sta riservando, questa mattina un nuovo colpo di scena si è abbattuto su una delle Nazionali protagoniste in Qatar. Stiamo parlando del Camerun, formazione che questa mattina è scesa in campo nel match in programma alle 11.00 contro la Serbia pareggiando per 3-3.

Caso Onana, rottura UFFICIALE: "Ha chiesto di andarsene"
André Onana ©LaPresse

La formazione allenata dal commissario tecnico Rigobert Song ha dovuto rinunciare ad uno dei calciatori più forti e rappresentativi della nazionale, vale a dire André Onana. Come riportato in mattinata, infatti, il portiere di proprietà dell’Inter non ha preso parte alla partita per motivi disciplinari. Uno scontro delle scorse ore tra portiere e selezionatore sullo stile di gioco ritenuto fin troppo ‘moderno e diretto’ del nerazzurro che ha portato alla drastica decisione.

Onana escluso dal Camerun, l’annuncio del ct Song: “Ha chiesto di andarsene”

Caso Onana, rottura UFFICIALE: "Ha chiesto di andarsene"
Rigobert Song ©LaPresse

Come spiegato successivamente dal tecnico al termine dell’incontro pareggiato alla seconda giornata dei Mondiali di Qatar, la decisione sarebbe arrivata per volontà dell’estremo difensore classe 1996. Onana non avrebbe infatti accettato l’invito rivolto dal proprio allenatore a rinunciare al suo stile di gioco, basato su un possesso spesso rischioso con i piedi. Il portiere, che dopo pochi mesi si è conquistato un posto da titolare all’Inter facendo accomodare Handanovic in panchina, per caratteristiche si discosta totalmente dal modello ‘tradizionale’ ricercato dall’allenatore camerunese.

Per questa ragione, il ct Song dopo l’incontro pareggiato con la Serbia ha voluto chiarire l’episodio, scaricando le responsabilità della scelta allo stesso estremo difensore: “Domenica gli ho detto che sarebbe partito dalla panchina ed ha chiesto di andarsene, per questo Onana non c’è per motivi disciplinari. Ha chiesto di andare e lo abbiamo accettato. Il giocatore fa ancora parte del gruppo, sta a lui decidere cosa fare. Ci sono delle regole da rispettare. Se le seguirà potrà restare”.

Insomma, nonostante sembrano esserci davvero pochi margini per una ricucitura dei rapporti, per Onana rimane ancora una minima possibilità di poter tornare sui suoi passi e difendere la porta del suo Camerun in Qatar.