Rottura totale, Joao Felix saluta: nuovo club a gennaio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:11

Rottura ormai definitiva e spaccatura totale: Joao Felix pronto a dire addio e ad approdare in un nuovo club a gennaio

Nonostante un inizio di stagione travagliato con la maglia dell’Atletico Madrid, Joao Felix è riuscito subito ad essere protagonista in quello che è il suo primo campionato del mondo. Il talentuoso attaccante portoghese, schierato titolare da Fernando Santos contro il Ghana, si è rivelato decisivo nella vittoria del Portogallo contro la compagine di Otto Addo, siglando la rete del momentaneo 2-1 dei lusitani.

Atletico Madrid, Joao Felix vuole la cessione
Joao Felix ©LaPresse

Un gol importante che ha permesso a Joao Felix di partire con il piede giusto. Lui che continua ad essere un nome molto chiacchierato in ottica mercato. Perché il rapporto con il ‘Cholo’ Simeone è ormai ai ferri corti e la sua permanenza nella capitale spagnola sembra essere sempre più agli sgoccioli nonostante un contratto con i ‘Colchoneros’ sino al 2026.

Atletico-Joao Felix: è rottura, mandato a Mendes

E dalla Spagna si fa sempre più forte la voce che l’addio del giovane attaccante potrebbe concretizzarsi già a gennaio. ‘Marca’ infatti sottolinea come il giocatore stesso avrebbe deciso di salutare il club della capitale già nella sessione invernale e ha chiesto al suo agente Jorge Mendes di trovargli una nuova squadra. E il potente agente portoghese avrebbe bussato alla porta dei principali club europei. Dal Bayern Monaco, che ha già offerto 100 milioni di euro la scorsa estate, al PSG, alla ricerca di rinforzi prima della possibile partenza di Messi a giugno. In gara però ci sono anche il Manchester United e il Chelsea.

Atletico Madrid, Joao Felix vuole la cessione
Jorge Mendes ©LaPresse

Dalla Spagna non si parla di club italiani, nonostante Milan e Juventus siano comunque interessate alla situazione del talento portoghese e all’evoluzione della sua situazione. Certo, per rossoneri e bianconeri competere con i top club europei sembra quasi impossibile, soprattutto per ragioni economiche. La pista addio in prestito (in questo senso il Benfica sogna di riportarlo alla base per sei mesi) però non è da escludere, magari inserendo un obbligo o un diritto di riscatto. L’Atletico Madrid infatti, sottolinea ‘Marca’, deve incassare 60 milioni di euro e da questo punto di vista nulla sarebbe meglio di una cessione importante come quella del giovane portoghese. In tutto questo poi si inserisce il Mondiale, se il giocatore farà vedere di essere pronto per certi palcoscenici, la cessione potrebbe facilitarsi ancora di più.