TV PLAY | Bufera su Mancini, l’annuncio sul futuro: “È lì per un motivo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:55

Dopo la brutta sconfitta della Nazionale Italiana contro l’Austria, il ct Azzurro è tornato nel mirino dei tifosi

Come se non bastava la già pesante assenza dell’Italia dai Mondiali di Qatar, ad annientare definitivamente l’umore dei tifosi Azzurri ci ha pensato l’ultimo test amichevole della Nazionale andato in scena ieri sera. Contro l’Austria, infatti, la squadra di Mancini ha subito una deludente sconfitta per 2-0, chiudendo un 2022 da incubo.

TV PLAY | Bufera su Mancini, l'annuncio sul futuro: "E' lì per un motivo"
Maurizio Pistocchi su TV Play

Dell’attuale Mondiale di Qatar si è discusso questo pomeriggio su Calciomercato.it in onda su TV Play con Maurizio Pistocchi, il quale ha espresso tutti i suoi dubbi: “Ho detto che per tutte le cose che abbiamo saputo su questo Mondiale l’atteggiamento giusto sarebbe quello di spegnere la televisione. Io nel mio piccolo ho cominciato facendo buco alla cerimonia inaugurale, che non ho guardato di proposito perché non penso serva dare troppa visibilità a un certo tipo di regime. Le partite però mi tocca guardarle per lavoro. Nell’ultimo periodo abbiamo visto il bellissimo documentario su Netflix ‘Fifa Uncovered’, che ci ha fatto vedere l’evoluzione della FIFA dalla partenza come dilettanti appassionati fino ad arrivare ad un’associazione da decine di miliardi di euro che va a toccare anche la sfera politica, diventando più potente spesso anche del politico stesso. In questo ultimo periodo ci sono tanti motivi per non seguire il Mondiale, nelle prime due gare mi sembra un Mondiale anche molto scarso. Il Qatar è la prima squadra di casa a perdere la gara d’esordio”.

Italia in crisi, Mancini nel mirino: “Bisogna rinnovare i dirigenti”

TV PLAY | Bufera su Mancini, l'annuncio sul futuro: "E' lì per un motivo"
Roberto Mancini ©LaPresse

Per quanto riguarda invece la crisi della Nazionale Azzurra e del calcio italiano, il giornalista ha spiegato: “Non va il calcio italiano, che non ha fatto le strutture, i cambiamenti, non ha migliorato la sua organizzazione generale, improvvisa. L’Europeo 2020 è un miracolo straordinario, per giunta giocando anche un discreto calcio. La prima cosa che farei andrei in federazione e pretenderei di fare un progetto che vada a sviluppare le Academy, i centri di sviluppo federali e che migliori Coverciano. A parte Ancelotti abbiamo una scuola che costringe De Zerbi ad andare all’estero, ci continuano a dire che il calcio è una cosa semplice, però allora non si capisce perché i tecnici all’estero siano strapagati e cerchino sempre qualcosa per sorprendere l’avversario. Se voi pensate che a dirigere Coverciano c’è una persona comunque molto anziana e che mi viene a dire che Pirlo è il meglio fornito dalla nuova scuola dei tecnici”.

Infine, il commento di Pistocchi sulle critiche ricevute dal ct nelle ultime ore: “Qualcuno mi chiede perché Mancini sia ancora lì, perché con il materiale a disposizione ha fatto il massimo, ha vinto un Europeo, è stato eliminato dalla qualificazione ai Mondiali in maniera indecente perché potevamo vincere 5-0 e sappiamo com’è il calcio. Però bisogna rinnovare il calcio italiano, a partire dai dirigenti“.