L’Inghilterra sogna il Mondiale: ecco i bonus per la vittoria

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:49

L’Inghilterra e la scaramanzia non viaggiano proprio sullo stesso binario. La FA crede in maniera convinta alla vittoria del Mondiale e ha già fissato i bonus economici per la vittoria finale

Il Mondiale avrà il via a brevissimo in Qatar e tutte le maggiori Nazionali sono concentrate su un unico obiettivo: portare a casa la coppa.

L'Inghilterra sogna il Mondiale: ecco i bonus per la vittoria
Southgate © LaPresse

Non sarà facile, visto gli infortuni che stanno affliggendo i maggiori team, privandoli di molti protagonisti. E poi ci sono i calendari, un clima particolare a cui gli atleti dovranno adattarsi e infine come si metteranno le cose sul campo. Nonostante tutti questi fattori da considerare, c’è chi alla vittoria finale ci crede davvero e senza neanche nasconderlo agli avversari e ai tifosi: stiamo parlando dell’Inghilterra. La Nazionale dei Tre Leoni arriva dalla cocente delusione agli Europei, quando l’Italia di Roberto Mancini conquistò il trofeo da sotto il naso ai britannici, ormai a un passo dal traguardo. Anche in quel caso, i proclami furono tanti con quell’It’s coming home che da grido di speranza è diventato ben presto iconico motivo di presa in giro da parte dei tifosi azzurri. Eppure, Southgate, i suoi uomini e la Federazione non sembrano aver imparato tanto da quanto successo e anche per il Mondiale che sta per iniziare non si nascondo affatto.

La FA ha già fissato i bonus economici in caso di vittoria del Mondiale

L'Inghilterra sogna il Mondiale: ecco i bonus per la vittoria
Kane © LaPresse

A dimostrazione che gli inglesi ci credono davvero, nonostante la forte concorrenza e le prestazioni non eccezionali che hanno preceduto l’inizio della competizione in Qatar, la Football Association, secondo quanto riporta il ‘Daily Mail’, ha già fissato il premio in denaro a calciatori e allenatore in caso di vittoria finale. A ogni calciatore verrebbero dati 500 mila sterline di bonus, per Southgate addirittura 3 milioni. Niente male, assolutamente, ma solo se la spedizione in Qatar dovesse davvero tradursi in un trionfo totale. Altrimenti, rischia di essere lo stesso boomerang che ha travolto l’Inghilterra agli Europei: quello stimolo che diventa ossessione per la vittoria. E, nonostante l’Inghilterra sia davvero tra le favorite, non è sempre un buon presagio.