“A gennaio sarà dura”: Pioli e Maldini spiazzati su Leao

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:13

Il Milan guarda a gennaio con ambizione ma anche con preoccupazione: scenari di campo e di mercato da seguire per Pioli e Maldini

Una prima parte di stagione chiusa, per il Milan, con un importante traguardo raggiunto, quello del passaggio agli ottavi di finale di Champions League, e un rendimento in campionato di buon livello, non dissimile da quello dello scorso anno (solo due punti in meno a parità di partite). Ma con una distanza importante accumulata dal Napoli di Spalletti, che fin qui ha avuto una andatura insostenibile.

"A gennaio sarà dura": Pioli e Maldini sono spacciati
Stefano Pioli e Paolo Maldini © LaPresse

Otto le lunghezze di ritardo dagli azzurri, il tempo per rimontare c’è ma qualche passo falso delle ultime settimane prima della pausa fa riflettere Pioli. La speranza, per il tecnico, è recuperare qualche infortunato di lungo corso. E magari avere dal mercato qualche innesto per sostanziare i sogni di rimonta, nonché di avanzamento in Europa. Ma per l’allenatore del Diavolo, e per Paolo Maldini, ci sono all’orizzonte anche scenari preoccupanti. Con un nome che più di tutti tiene banco.

Milan, Maldini e Pioli nei guai per Leao: “Se arriva un top club a gennaio…”

"A gennaio sarà dura": Pioli e Maldini sono spacciati
Rafael Leao © LaPresse

Rafael Leao ha aperto alla permanenza al Milan, ma l’ultimo summit di mercato di un mese fa, come raccontato da Calciomercato.it, non ha sortito esiti. Per il portoghese e il rinnovo del suo contratto, in scadenza nel 2024, la partita è ancora aperta e con il Mondiale sullo sfondo, a gennaio potrebbe concretizzarsi qualche assalto, difficile da respingere a fronte di cifre importanti, per il giocatore e per il club. Un pericolo molto concreto, secondo l’ex attaccante Roberto Pruzzo, a ‘Radio Radio’: “Se arriva la squadra inglese o spagnola, è difficile tenere Leao – ha spiegato – Il Milan deve stare attento e vedere fino a che limite può spingersi, per trattenerlo, a livello di ingaggio. Se poi non dovesse bastare, bisognerà cercare di monetizzare e quindi andare a prenderne un altro”. Gli ha fatto eco il giornalista Mario Mattioli: “Le richieste saranno tante per un giocatore importante. Anche se finora nel Milan ha espresso la metà del valore che potrebbe avere. Di fronte a certe cifre, varrà la pena di pensarci”.