Ribaltone Juventus: “Dimissioni e nuovo finanziamento”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:22

Importante appuntamento per la Juventus in programma nella prossima settimana. L’annuncio che scuote l’ambiente

“Sono molto arrabbiato e provo vergogna, ma non ci sono colpe individuali. È questione di gruppo, se non si vince nemmeno un tackle non può essere colpa dell’allenatore. Faccio fatica a pensare a un cambio in corsa”.

L'annuncio che scuote la Juventus: "Pronte le dimissioni"
Arrivabene, Nedved, Allegri e Agnelli (foto Calciomercato.it)

“Allegri è l’allenatore della Juve e rimarrà, le verifiche si faranno a fine anno”. L’ultima apparizione pubblica di Andrea Agnelli risale alla trasferta di Haifa contro il Maccabi, quando dopo la clamorosa sconfitta dei bianconeri il presidente ha preso la parola per dare una scossa all’ambiente. Allo stesso tempo, il numero uno della Juventus aveva blindato Massimiliano Allegri, e da quel momento è iniziata la vera svolta soprattutto in campionato. Le vittorie consecutive, i successi negli scontri diretti e il terzo posto in Serie A hanno rilanciato le ambizioni del tecnico e della sua squadra in vista della ripresa fissata a gennaio. Una mano potrebbe arrivare anche dal calciomercato invernale, che passerà anche dal prossimo importante appuntamento fissato in casa bianconera. Tra pochi giorni infatti, più precisamente mercoledì 23 novembre, andrà in scena l’assemblea degli azionisti della Juventus, con all’ordine del giorno l’approvazione del bilancio 2021/2022 chiuso in perdita per 254 milioni di euro. Ma non solo.

Juventus, annuncio a sorpresa: “Possibili dimissioni per il CdA bianconero”

L'annuncio che scuote la Juventus: "Pronte le dimissioni"
John Elkann, presidente Exor, la società azionista di maggioranza della Juventus © LaPresse

La prossima settimana sarà dunque riunito il CdA della Juve. A tal proposito, ai microfoni di ‘Radio Radio’, Tony Damascelli si è espresso così: “Quello che mi risulta è che entro il 23 novembre si può dimettere il consiglio di amministrazione della Juventus. Si presenta un nuovo bilancio in linea con le richieste della Consob, perché sarebbe folle andare contro la Consob, e si fa un nuovo finanziamento di 400 milioni di euro. A quel punto ci sarebbero i soldi per cominciare una stagione diversa e puntare in alto. Altrimenti si deve fare i conti con molte situazioni borderline – ha chiosato il giornalista – Con o senza Allegri? Il problema ora non è soltanto l’allenatore”.