Bufera improvvisa, la scelta è di John Elkann: nuovo manager da gennaio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:46

Cambio radicale a partire dal prossimo gennaio dopo i risultati deludenti di questa stagione che hanno raccolto il malcontento dei tifosi

Non è ancora ufficiale la scelta che la famiglia Elkann avrebbe maturato nel corso delle ultime ore. A causa di un’altra stagione senza grandi acuti, nonostante le premesse della vigilia fossero più che buone, è già in atto un cambio netto che sino a pochi giorni fa sembrava essere solamente una fantasia.

Terremoto Ferrari, addio Binotto: Elkann chiama Vasseur 
Andrea Agnelli e John Elkann ©LaPresse

Dopo tante voci sul suo rendimento come team principal della Ferrari in F1, secondo ‘La Gazzetta dello Sport’ Mattia Binotto verrà sollevato dall’incarico in vista della prossima stagione. L’ingegnere di origini svizzere, alla guida del scuderia del Cavallino dal gennaio 2019 dopo il ciclo di Maurizio Arrivabene, da tempo era passato sotto la lente d’ingrandimento del presidente John Elkann e dei vertici di Maranello che già la scorsa estate avevano sondato diverse alternative.

Tra queste, ad esempio, era stato valutato con forte interesse il nome di Frederic Vasseur. E proprio l’ingegnere francese già team principal dell’Alfa Romeo, verrà nominato da John Elkann come erede di Binotto. Un cambio quasi filosofico all’interno del box Ferrari, da un ingegnere di provenienza più tecnica come Binotto, ad un uomo di corse come Vasseur che prima di sbarcare in Formula 1 ha affrontato una lunga gavetta in numerosi team di serie minori.

Terremoto Ferrari, addio Binotto: Elkann chiama Vasseur

Terremoto Ferrari, addio Binotto: Elkann chiama Vasseur 
Mattia Binotto ©LaPresse

Dal prossimo gennaio, dunque, Frederic Vasseur prenderà l’incarico di nuovo team principal Ferrari. Una responsabilità importante al comando di una scuderia in crisi da tempo, schiacciata dal dominio dell’ultimo decennio di Red Bull e Mercedes. Sebbene le grandi aspettative nei suoi confronti, anche Binotto non è riuscito a portare a termine il percorso di rinascita sperato da tutti gli appassionati e tifosi del cavallino rampante.

Come accennato, con Vasseur si aprirà dunque una stagione tutta nuova, una rivoluzione a questo punto necessaria dopo l’ennesima stagione dalle false speranze. Con una Red Bull assoluta dominatrice del 2022 ed una Mercedes che con gli ultimi sviluppi della stagione ha trasmesso segnali incoraggianti di ripresa, per la Ferrari era diventato quasi un imperativo andare incontro ad una scelta così forte.