Milinkovic-Savic e la firma con la Juve: ecco cosa succederà

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:14

Juventus-Lazio chiuderà il 2022 della Serie A, con un incrocio di mercato che sembra farsi sempre più concreto con Milinkovic-Savic: le ultime

Ancora poche ore e la Serie A chiuderà i battenti per questo 2022. Il Mondiale è alle porte, tra una settimana è in programma la gara inaugurale in Qatar per una delle competizioni più attese e soprattutto più discusse nella storia del calcio. Nonostante l’assenza dell’Italia, sono numerosi i giocatori del nostro campionato che saranno impegnati in questo mese e la stessa Juventus ne ha addirittura undici. Una squadra sana, da Szczesny a Vlahovic passando per Danilo, Rabiot e Kostic.

milinkovic-savic juventus lazio calciomercato.it 20221113
Milinkovic-Savic © LaPresse

Per questo stasera sarà un potenziale fattore nel big match contro la Lazio che può proiettare i bianconeri al terzo posto con la sesta vittoria consecutiva. Davanti però c’è la squadra del grande ex Sarri, che non avrà tanti uomini al Mondiale ma uno di questi è il nome più pesante in campo questa sera. Sergej Milinkovic-Savic resta il sogno proibito della Juventus, tra le stelle della Serbia e compagno di nazionale appunto degli juventini Kostic e Vlahovic. “È un giocatore della Lazio, casomai lo dovete chiedere a Sarri. Io ho imparato una cosa: per dare giudizi definitivi sui giocatori vanno allenati, perché magari lo vedi e hai un’idea, poi lo alleni e hai un’idea diversa”, ha detto ieri Allegri. E lui di certo il ‘sergente’ vorrebbe allenarlo e la società spera di regalarglielo visto il contratto in scadenza 2024.

Milinkovic-Savic, l’incontro con Lotito e le cifre: cosa sta succedendo

milinkovic-savic juventus lazio calciomercato.it 20221113
Milinkovic-Savic © LaPresse

Sergej Milinkovic-Savic è da tempo nei radar della Juve e di altre big estere, che però non si sono mai spinte troppo in là nell’offerta a Lotito, a cui non sono arrivati fax che superassero i 55 milioni di euro. Firmato Manchester United. Decisamente troppo pochi per un giocatore che domina in Serie A e ha numeri impressionanti, per cui il presidente della Lazio adesso vorrebbe addirittura 100 milioni, se non 120. A un anno e mezzo dalla scadenza. Cifra totalmente fuori mercato e l’agente del serbo Mateja Kezman lo ha ribadito alla società nell’incontro andato in scena a Formello nei giorni scorsi. Quella della Lazio è una valutazione irragionevole, è stato il messaggio di risposta. Per questo Lotito e Tare hanno rilanciato nuovamente nel summit offrendo il rinnovo di contratto a circa 5 milioni con clausola rescissoria.

Non ci sono stati ovviamente accordi o altro, è stato un incontro interlocutorio. Al momento il rischuo è quello di andare al braccio di ferro. Da una parte il giocatore che, senza offerte congrue (ma difficilmente arriveranno oltre i 50-55 milioni), rischia di restare incollato a Formello. Dall’altra la Lazio che, avvicinandosi il 30 giugno 2024, corre il pericolo di perdere il campione più importante degli ultimi 10 anni per una cifra irrisoria o ancora peggio a zero. La Juve osserva, conosce la situazione e non ha fretta, oltre a non avere le risorse per convincere subito i biancocelesti. Ma è sicura del suo. Agnelli aspetterà il momento giusto, contando magari anche sulla volontà di Milinkovic-Savic. Che però non vorrebbe impuntarsi, l’affetto per la società e la piazza resta enorme. Il ‘sergente’ ha sempre dato tutto e anche sui social dimostra il suo amore per la Lazio. Ma a 27 anni sa che è il momento di fare uno step in avanti e giocare almeno tutti gli anni la Champions. Tutti sperano che si arrivi a un compromesso che non scontenti troppo tutte le parti.