Allegri cambia ancora la formazione: un big finisce in panchina

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:29

La domenica di Serie A si concluderà stasera con Juventus-Lazio, che manderà anche il massimo campionato a riposo prima del Mondiale. Allegri pronto ad un’altra scelta drastica 

La 15esima giornata di Serie A è l’ultima prima della sosta dovuta al Mondiale, che va a spaccare la stagione esattamente in due tronconi, condizionando inevitabilmente anche le strategie dei vari club. Dopo Milan-Fiorentina delle ore 18 ci sarà solamente Juventus-Lazio a chiudere il turno di campionato che precede la lunga pausa. Si tratta di un’altra sfida da non fallire per la compagine di Massimiliano Allegri che ha una striscia aperta di ben cinque vittorie di fila da provare ad alimentare per arrivare al termine di questa prima parte mettendo pressione a chi precede e nella miglior condizione possibile di classifica, dopo l’avvio disastroso.

Juventus-Lazio per chiudere prima della sosta: Bonucci verso la panchina
Massimiliano Allegri © LaPresse

Una sfida complessa ad ogni modo quella contro i biancocelesti di un Maurizio Sarri ex dal dente avvelenato, pronto eventualmente a giocare qualche scherzetto ai bianconeri.

Juventus-Lazio per chiudere prima della sosta: Bonucci verso la panchina

Juventus-Lazio per chiudere prima della sosta: Bonucci verso la panchina
Leonardo Bonucci, © LaPresse

Dovrebbe esserci anche qualche novità di formazione per la Juventus stasera contro la Lazio. Assente ancora Vlahovic, fuori anche dai convocati nei quali è stato invece inserito Chiesa, con Milik a ricoprire il ruolo di centravanti. Il dubbio è Kean, mentre è in difesa che Allegri andrà ancora a ritoccare qualcosina. Panchina per Leonardo Bonucci (non provato nella rifinitura) che dovrebbe lasciare quindi spazio a Federico Gatti, a sua volta favorito su Rugani, per completare il reparto arretrato con i brasiliani Danilo e Bremer.

Ancora difesa a tre dunque per Allegri che spera di mantenere la solidità mostrata nelle ultime cinque gare di Serie A in cui sono arrivate altrettante vittorie e soprattutto altrettanti clean sheets che fanno ben capire come davanti a Szczesny le cose ora vadano meglio. Sarri, privo ancora di Immobile, proverà a scardinare la difesa juventina.