‘Scaramanzia’ Scudetto, ma Spalletti esagera: “Ce ne sono sei”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:18

Il tecnico del Napoli dopo il 3-2 con l’Udinese: “Abbiamo giocato tre-quarti di gara benissimo, poi alleggerito il ritmo pensando fosse finita ma non era finita per niente

“La vittoria più sofferta? Lo sono state tutte, perché poi questi 15′ finali aiutano a sottolineare quanto non sia scontato quanto fatto fin qui dai miei calciatori. Voglio ringraziarli, hanno disputato una prima parte di stagione stratosferica. Siamo un gruppo bellissimo, gliela dovevo questa introduzione”. A ‘Dazn’ Spalletti esalta i suoi dopo il successo contro l’Udinese, l’undicesimo consecutivo che lancia il Napoli momentaneamente a +11 su Lazio e Milan. Se non è fuga Scudetto questa…

Napoli-Udinese, parla Spalletti
Luciano Spalletti a Dazn

“Quando c’è uno stadio che partecipa così, c’è maggiore facilità nel fare il numero in più ed esaltarsi – aggiunge il tecnico azzurro sottolineando l’importanza del pubblico del ‘Maradona’ – Abbiamo giocato tre-quarti di gara benissimo, poi alleggerito il ritmo pensando fosse finita ma non era finita per niente“.

MARZIANO KIM – “Se in una partita come quella di oggi fa notizia un mezzo inciampo di Kim, vuol dire che fino ad oggi è stato un marziano non sbagliando niente. Lui le ha giocate tutte, dal primo all’ultimo”.

NAPOLI A IMMAGINE DI SPALLETTI – “Se questo Napoli è la squadra che in carriera sono riuscito a plasmare di più? Sì. Per mentalità e disponibilità sono calciatori eccezionali. Probabilmente la giovane età è un fattore in questo senso”.

SCUDETTO – Spalletti sempre ‘scaramantico’ sul discorso Scudetto, ma oggi esagera inserendo nella corsa al titolo ben sei squadre: “Qual è la concorrente principale? Ce ne sono sei e sono tutte e sei vicinissime perché bastano due partite, due minuti, due cose per crearti dei problemi. La partita di oggi ci servirà per il futuro”, conclude.