“Merita la Nazionale”: Palladino punge Mancini. Sensi? C’è una priorità sul mercato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:30

Ultima partita prima della lunga sosta per il Mondiale: Raffaele Palladino, allenatore del Monza, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della gara dell’U-Power Stadium contro la Salernitana

Come una finale. Raffaele Palladino carica il suo Monza in vista dello scontro diretto di domani pomeriggio all’U-Power Stadium contro la Salernitana dell’amico Nicola.

Monza-Salernitana, Palladino in conferenza
Raffaele Palladino in conferenza stampa

L’amaro in bocca resta per il ko di misura all’Olimpico con la Lazio e il gol per un fuorigioco millimetrico annullato a Petagna nel primo tempo che avrebbe potuto cambiare l’esito della contesa. L’allenatore dei brianzoli guarda comunque avanti e vuole chiudere in bellezza prima della lunga sosta per il Mondiale. “Sono davvero felice per il percorso che abbiamo fatto in questi due mesi. Ma non finisce qua: la squadra è in crescita, siamo carichi e motivati. Domani vogliamo fare una bella prestazione. Sarà una partita difficile, conosco molto bene Nicola, è un amico. Visto che sarà l’ultima prima della sosta dobbiamo affrontarla come fosse una finale. Che sia vittoria o pareggio, domani dobbiamo fare punti. I ragazzi ci tengono a fare bene e a chiudere questa prima parte di stagione nel migliore dei modi”.

Palladino parla della quota salvezza e del momento di svolta del Monza: “Indipendentemente dal rendimento delle nostre avversarie dirette, noi dobbiamo fare ancora almeno 30 punti. La vittoria contro la Juventus ci ha permesso di svoltare: ci ha dato slancio, consapevolezza, morale e grande carica. Iniziare nel modo giusto era molto importante. Però siamo ancora a metà del percorso che finora è stato comunque positivo”. L’allenatore del Monza fa poi un appunto al Ct Mancini sulle convocazioni dell’Italia per le prossime amichevoli con Albania e Austria: “Ci speravo per Izzo. É un giocatore straordinario per noi che ci alza il livello in difesa. Ha carattere e personalità, anche se gli manca ancora un pizzico di condizione finale perché non ha fatto il ritiro con noi e si è dovuto fermare per alcuni infortuni. Mi auguro che prima o poi per Armando arrivi la convocazione in Nazionale perché la merita”.

Monza-Salernitana, Palladino esalta Pessina: “Può giocare ovunque, lo vorrebbero tutti gli allenatori”

Palladino, successivamente, risponde alla domanda dell’inviato di Calciomercato.it sulla sostituzione di Stefano Sensi, che oggi ha iniziato la riabilitazione post intervento per ridurre la frattura malleolo-peroneale dopo l’infortunio rimediato nella sfida contro il Verona e che costringerà l’ex Inter a circa tre mesi di stop. “Se Pessina può giocare al suo posto? Matteo può giocare ovunque, non lo vedo soltanto come quinto di centrocampo. Può essere una soluzione, sia dall’inizio che a partita in corso. E’ molto intelligente, un secondo allenatore in campo per me. Lo puoi mettere ovunque e chiunque allenatore vorrebbe un calciatore simile in squadra. Siamo molto orgogliosi della sua convocazione in Nazionale, peraltro storica per il Monza. A centrocampo ho comunque molte soluzioni, valuterò durante la rifinitura quale sarà quella più idonea per la partita di domani”. 

Monza, Palladino su Pessina
Matteo Pessina ©LaPresse

Sostituire Sensi sul mercato? Palladino infine risponde così sempre alla domanda di Calciomercato.it: “Come sapete preferisco non parlare adesso di mercato, sono e siamo super concentrati solo sulla gara contro la Salernitana. Quando aprirà il mercato vedremo cosa ci offrirà. Ho un gruppo solido, sano e molto ampio: anzi dobbiamo sfoltire qualcosa perché siamo davvero in tanti. Ma ci penseremo più avanti”.