Esubero Allegri, ecco perché la Juventus non può cederlo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:53

La sosta per il Mondiale si avvicina e la Juventus è pronta a tirare le somme in vista di gennaio: il Decreto Crescita frena i bianconeri

Manca solamente una settimana, in cui saranno condensate tre partite di campionato, prima della sosta per il Mondiale in Qatar. Dopo le sfide con InterVerona Lazio, la dirigenza della Juventus tirerà le somme su questa prima parte di stagione e prenderà una decisione in vista di gennaio: anche Allegri, come sappiamo, è sotto esame.

Esubero Allegri, ecco perché la Juventus non può cederlo
Massimiliano Allegri©LaPresse

Sarà una sosta produttiva per la ‘Vecchia Signora’ quella che vedrà protagoniste assolute le nazionali impegnate col Mondiale. La dirigenza bianconera avrà il tempo di valutare ogni aspetto della società, a partire dalla guida tecnica, fino all’operato dei giocatori della Juventus. Diversi, poi, sono gli esuberi già individuati dalla società piemontese e che potrebbero lasciare Torino nel prossimo mercato invernale. Uno di questi è Kaio Jorge, che però avrebbe un grande problema che potrebbe limitare il raggio d’azione della Juve.

Calciomercato Juventus, Kaio Jorge in cerca di minutaggio | Il Decreto Crescita lo tiene in Italia

Calciomercato Juventus, Kaio Jorge in cerca di minutaggio | Il Decreto Crescita lo tiene in Italia
Allegri e Kaio Jorge©LaPresse

Arrivato nell’agosto del 2021 in bianconero, la prima avventura di Kaio Jorge con il calcio europeo non sta andando come sperato. Occorre ribadire che il classe 2002 è uno dei prodotti di maggiore talento del calcio brasiliano e le aspettative su di lui erano molto alte. Nella scorsa stagione si stava affacciando al grande calcio, sotto la guida di Massimiliano Allegri che ne centellinava le presenze in campo, ma il pesante infortunio patito con l’Under 23 ne ha rallentato la crescita. Come raccontato su Calciomercato.it nei mesi scorsi, ora Kaio Jorge sta recuperando dalla rottura del tendine rotuleo e la Juventus ha deciso di non forzare i tempi.

Il ritorno in campo dell’ex Santos non verrà forzato dallo staff tecnico bianconero, che potrebbe dargli un po’ di minutaggio con la NextGen prima di mettersi al lavoro per una possibile esperienza in prestito. Il giocatore ha diversi estimatori in Brasile, con il Flamengo neo-campione in Copa Libertadores in prima fila, ma per usufruire ancora del Decreto Crescita la società piemontese vorrebbe tenerlo in Italia almeno fino a giugno 2023. Per questo motivo, come detto su queste pagine, la Juventus sta cercando una soluzione italiana per Kaio Jorge. La fiducia della dirigenza nel talento del brasiliano resta immutata, così il piano è quello di farlo giocare prima di reintegrarlo con la Prima Squadra.