Juventus-Inter, pretattica fino al fischio d’inizio: Marotta ‘risponde’ ad Allegri

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:31

Juventus-Inter già accesa prima del via, continua il botta e risposta a distanza: la risposta di Marotta ad Allegri

Pochi minuti al fischio d’inizio di Juventus-Inter. Derby d’Italia fondamentale sia per i bianconeri che per i nerazzurri: non si può sbagliare, davanti corrono e Allegri e Inzaghi sono di fronte a uno snodo cruciale della stagione. Chi si ferma, è perduto, o quasi.

Juventus-Inter, pretattica fino al fischio d'inizio: Marotta 'risponde' ad Allegri
Giuseppe Marotta (screen shot Instagram)

Pochi minuti prima del fischio d’inizio allo Stadium, Giuseppe Marotta, ad interista, ha parlato ai microfoni di DAZN. Obiettivo dichiarato i tre punti: “Continua un percorso di risalita, ma oltre alle statistiche e ai numeri vogliamo dimostrare di essere ancora protagonisti ad alti livelli – spiega – Per questo vogliamo vincere anche stasera. Quanto è cresciuto Inzaghi? Come tutti noi, si cresce quotidianamente, vale anche per gli allenatori. Lui è un allenatore giovane, alla Lazio aveva già avuto una esperienza importante ma ha un potenziale ancora da migliorare. Superare il girone di Champions è stato un bel colpo, in campionato stiamo risalendo, siamo tutti contenti”.

Prosegue poi sul campo la ‘pretattica’ della vigilia, con la replica ad Allegri dopo le dichiarazioni in conferenza stampa sulla rosa dell’Inter come la più forte del campionato: “La sfera psicologica e motivazionale ha una incidenza notevole sui risultati. Abbiamo vinto lo scudetto due anni fa, sappiamo di avere una rosa di spessore. Allegri è uno esperto e scafato e ci vuole mettere pressione attribuendoci i favori del pronostico. Magari cerca motivazioni superiori dal punto di vista del gioco, ma questo non ci deve affatto condizionare. Nonostante le difficoltà, è una Juventus forte”.