“Bisogna chiederlo ad Allegri”: nel mirino il vero problema della Juventus

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:45

La Juventus saluta la Champions League, spunta la ‘richiesta’ precisa ad Allegri: ecco il vero problema dei bianconeri

Con la quinta sconfitta su ben sei gare del girone, a sancire il suo percorso peggiore di sempre, si è conclusa l’avventura di quest’anno della Juventus in Champions League. Ko per gli uomini di Allegri anche nell’ultima gara, quella contro il Psg allo Stadium.

"Bisogna chiederlo ad Allegri": nel mirino il vero problema della Juventus
Massimiliano Allegri © LaPresse 

Un ko, quello per 2-1 contro i francesi, indolore perché permette comunque ai bianconeri di continuare il percorso continentale in Europa League a febbraio, grazie al contemporaneo ko del Maccabi Haifa contro il Benfica. E in cui c’è stato comunque qualche segnale positivo, dato da una prova di buona intensità nonostante le tantissime assenze e una formazione praticamente obbligata e incerottata. Che ha riaccolto, a dieci mesi di distanza dal terribile infortunio, Federico Chiesa, sceso in campo per gli ultimi venti minuti e che nel prossimo futuro potrebbe essere una carta importantissima da giocare. Continuano a non mancare gli elementi di critica per Allegri, chiamato a riflessioni importanti proprio alla luce delle ultime prestazioni.

Juventus, Allegri lascia perplessità: “Valutazioni sbagliate sui giocatori”

"Bisogna chiederlo ad Allegri": nel mirino il vero problema della Juventus
Juventus © LaPresse

Le scelte obbligate di queste settimane, che hanno permesso di vedere all’opera molti giovani, il cui rendimento è stato migliore di altri elementi da cui ci si attendeva decisamente di più, fanno emergere numerose perplessità sul mercato e sulle strategie portate avanti da Allegri e dalla società. Ci va giù duro Sandro Sabatini, giornalista di ‘Sport Mediaset’, che ai microfoni di ‘Radio Radio’ lancia l’allarme sulla consistenza della rosa e sugli equilibri da ritrovare tra i bianconeri: “La Juventus ieri ha fatto una grande partita secondo me – spiega – Ma in questo c’è una critica da fare ad Allegri. Il discorso non è tanto su buon gioco o meno. Se si parla di giocatori, gli chiederei: ma perché ha giocato dieci partite McKennie e una sola Fagioli? Con questo Locatelli, era il caso di comprare Paredes? Alex Sandro ormai è un difensore centrale, da terzino non ce la fa più. Era il caso di vendere Pellegrini e Cambiaso? Le valutazioni come sono state fatte? Bonucci può fare una partita a settimana, ormai. Era proprio il caso, oltre a Chiellini, di mandare via anche de Ligt?”.