“Sono limitati, alla Juve come Allegri”: bocciato anche Mourinho

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:40

La Juventus saluta mestamente la Champions League, critiche su Allegri ma arriva anche la bocciatura per Mourinho

La fase a gironi di Champions League si conclude con un buon percorso per le squadre italiane. Napoli, Inter e Milan avanzano agli ottavi di finale, l’unica a fallire l’obiettivo è la Juventus che ‘retrocede’ malamente in Europa League, dovendo oltretutto ringraziare la sconfitta del Maccabi Haifa contro il Benfica.

"Sono limitati, alla Juve come Allegri": bocciato anche Mourinho
Josè Mourinho © LaPresse

Una eliminazione, quella bianconera, che fa rumore soprattutto per le modalità con cui è avvenuta. Cinque sconfitte in sei gare e appena tre punti conquistati, quelli nel match allo Stadium contro il Maccabi Haifa. Un flop totale, senza mezzi termini, che i numeri restituiscono addirittura soltanto in parte. Da capire, a febbraio, in quali condizioni e con quale spirito la squadra di Allegri affronterà il barrage di Europa League. A proposito della seconda competizione europea, stasera tocca alla Roma. Gli uomini di Mourinho sono chiamati a vincere nello ‘spareggio’ contro il Ludogorets all’Olimpico, per evitare la ‘retrocessione’ in Conference League. Per il tecnico portoghese, alla sua seconda stagione in giallorosso, si va avanti tra alti e bassi e tra luci e ombre, con non poche critiche.

Mourinho stroncato: “Alla Juve sarebbe stato eliminato come Allegri”

"Sono limitati, alla Juve come Allegri": bocciato anche Mourinho
Massimiliano Allegri © LaPresse

A TV PLAY, è intervenuto Enrico Camelio, che si è espresso in maniera dura nei confronti dell’allenatore lusitano. Si tratta, è vero, del tecnico che ha riportato, con la Conference League alzata a maggio contro il Feyenoord, un trofeo europeo in Italia dopo ben dodici anni (l’ultimo era stato la Champions vinta proprio da lui alla guida dell’Inter nel 2010), ma a suo parere, alla guida della Juventus, non avrebbe fatto meglio di Allegri. “Secondo me Mourinho è solamente un allenatore da PSG, da top club – ha dichiarato Camelio – Può rendere bene in un contesto in cui ci sono grandi giocatori, tanta qualità e poca tattica. Nelle squadre in cui serve creare gioco, si sa come è. Se sulla panchina bianconera avrebbe passato il turno? No, avrebbe fatto come Allegri. Lui e il livornese sono limitati, dovrebbero produrre gioco e non ci riescono”.