PAGELLE e TABELLINO Juventus-PSG 1-2: Mbappe di un altro pianeta, Milik non graffia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:54

Juventus-Paris Saint-Germain: pagelle e tabellino del match dell’Allianz Stadium valevole per la fase a gironi di Champions League. Mbappe trascina l’undici di Galtier

La Juventus lotta ed esce a testa alta dallo scontro contro la corazzata Paris Saint-Germain, che espugna l’Allianz Stadium grazie alla superba prova dell’irresistibile Mbappe. I bianconeri ringraziano il Benfica e accedono al barrage di Europa League.

Juventus-PSG, pagelle e tabellino
Mbappe e Cuadrado ©LaPresse

Il fuoriclasse francese trascina i suoi e firma un gol da fantascienza, mentre nella ripresa è il neo-entrato Nuno Mendes a beffare la ‘Vecchia Signora’. All’undici di Allegri non basta il pareggio di capitan Bonucci sul finire del primo tempo. Locatelli brilla, convince in mezzo al campo anche il baby Fagioli. Milik non graffia, Gatti paga dazio di fronte all’irresistibile Mbappe. Messi si accende a tratti, male Donnarumma.

Le pagelle di Juventus-PSG: Locatelli brilla, notte da dimenticare per Donnarumma

JUVENTUS

Szczesny 6 – Nulla può sulla magia di Mbappe e sul rasoterra radente del neo-entrato Nuno Mendes.

Gatti 5 – Comune mortale di fronte al marziano Mbappe, lesa maestà. Non ha ancora l’esperienza necessaria per certi palcoscenici.

Bonucci 6,5 – Lotta e fa quel che può di fronte a due mostri sacri come Messi e Mbappe. Da vero capitano spinge i compagni fino al 95′ e dà speranza alla Juve con la rete del pareggio. Zittisce i fischi del pre partita.

Alex Sandro 5,5 – Ordinato e attento fino al guizzo di Nuno Mendes. Tiene colpevolmente tutti in gioco sulla rete del terzino ospite.

Cuadrado 5 – Croce e delizia: protagonista sull’1-1 di Bonucci, non trova però continuità (per l’ennesima volta in stagione) sul binario destro. Nuno Mendes lo svernicia sul secondo vantaggio del PSG (88′ Barrenechea SV).

Fagioli 6,5 – Altra prova di personalità. Si alterna con Locatelli in regia, testa alta e piede educato. Freschezza, talento e idee: meriterebbe maggiore spazio (88′ Barbieri SV).

Locatelli 7 – Il migliore dell’undici di Allegri. Battaglia con il connazionale Verratti, dà geometrie e taglia il campo con precisione. In un paio di occasioni spaventa Donnarumma dalla distanza: si è ritrovato, ottima notizia per Allegri (85′ Soulé SV).

Rabiot 6 – Qualità e gamba al servizio della squadra. Ogni tanto esagera con delle sgroppate un po’ fine a se stesse, però il suo apporto è comunque prezioso sul centrosinistra.

Kostic 5,5 – Parte bene, spavaldo e con intraprendenza. Col passare dei minuti perde lucidità e sbaglia tanto quando deve rifornire le punte.

Miretti 5,5 – Corsa e cuore non mancano, per applicazione è più che convincente nel giostrare dietro Milik. Però negli ultimi sedici metri sbaglia ancora molto: il ragazzo c’è ma bisogna lavorarci, Allegri docet (74′ Chiesa 6 – Ritorna in campo dopo quasi dieci mesi tra l’ovazione e il boato dell’Allianz Stadium. Ha una voglia matta di riprendersi il tempo perduto e quasi si guadagna un rigore).

Milik 5,5 – Lavoro sporco e tanto sacrificio. Manca una buona occasione all’inizio, Marquinhos è un osso duro e gli concede praticamente zero. Non graffia.

All. Allegri 6 – Forse la migliore Juve della stagione, considerando le diverse assenze e l’avversario. Tante le note positive, tra le quali il rientro (un po’ a sorpresa) di Federico Chiesa. Ringrazia il Benfica e rimane in Europa: i rimpianti e il fallimento però restano.

Juventus-PSG, voti e tabellino
L’esultanza di Mbappe © LaPresse

PARIS SAINT-GERMAIN

Donnarumma 5 – Bersagliato a più riprese dal pubblico dell’Allianz Stadium. Colpevole sul gol di Bonucci, imbarazzante in un’altra uscita nella ripresa: così non ci siamo caro Gigio…

Hakimi 5,5 – Patisce all’inizio la verve di Kostic. Lontano parente – almeno stasera – del pendolino ammirato all’Inter.

Sergio Ramos 5 – Serata tutt’altro che memorabile per l’ex capitano del Real Madrid. Dorme sull’1-1 di Bonucci: difficile con queste prestazioni meritarsi la convocazione per il Mondiale. Come Donnarumma, anche lo spagnolo è bersaglio dei tifosi di casa.

Marquinhos 7 – Il migliore sponda parigina dopo l’extraterrestre Mbappe. Prima mura Milik, poi salva letteralmente Donnarumma su Miretti. Baluardo.

Bernat 5,5 – Anche lui non fa meglio di Hakimi sull’altra corsia. Soffre un Cuadrado, che è tutto fuorché un fulmine di guerra negli ultimi tempi (68′ – Nuno Mendes 6,5 – Una saetta: appena entrato firma la rete che riporta in vantaggio i francesi e decide la gara).

Fabian Ruiz 6 – Qualche buon ricamo prima di lasciare il campo per un problema muscolare (21′ Renato Sanches 6 – Non ha il palleggio del napoletano, fatica a imporsi in mezzo al campo).

Verratti 6,5 – Dispensa qualità e giocate d’alta scuola, arduo come sempre strappargli il pallone dai piedi. Faro del PSG di Galtier, viene ingenerosamente fischiato dai tifosi bianconeri all’uscita dal campo (88′ Danilo Pereira SV).

Vitinha 5,5 – Non brilla come al solito. Si vede poco in fase di costruzione e fa poco filtro senza palla.

Soler 5 – Si accende a sprazzi, impalpabile sulla trequarti. Spreca una ghiotta chance da titolare con Neymar squalificato (68′ Ekitike 6 – Apprezzabili alcune giocate a far respirare la squadra).

Messi 6 – Non sempre nel vivo del gioco, alle volte quasi al piccolo trotto. Quando decide di cambiare passo, però, son dolori per la retroguardia bianconera. Inventa e duetta con Mbappe, anche se stavolta non lascia il segno.

Mbappe 8 – Un alieno all’Allianz Stadium. Gol da fantascienza, che ubriaca la difesa juventina prima di infilzare Szczesny con un destro di rara potenza e precisione. Suo anche l’assist al bacio per la cavalcata vincente di Nuno Mendes. Inarrestabile, di un altro pianeta per tutti.

All. Galtier 6 – Il PSG espugna lo Stadium con il minimo sforzo. Mbappe da solo (o quasi) stende ancora la Juventus come all’andata, anche se il 2-1 di Torino non basta: il Benfica travolge il Maccabi e i francesi sono costretti ad accontentarsi del secondo posto nel girone.

Arbitro: Del Cerro Grande 6 – Arbitra all’inglese, facendo correre molto il gioco. Qualche dubbio resta sull’intervento in area ai danni di Chiesa.

TABELLINO

JUVENTUS-PSG 1-2
13′ Mbappe; 38′ Bonucci (J); 68′ Nuno Mendes

Juventus (3-5-1-1): Szczesny; Gatti, Bonucci, Alex Sandro; Cuadrado (88′ Barrenechea), Fagioli (88′ Fagioli), Locatelli (85′ Soulé), Rabiot, Kostic; Miretti (74′ Chiesa); Milik. A disposizione: Perin, Pinsoglio, Rugani. Allenatore: Allegri

Paris Saint-Germain (4-3-1-2): Donnarumma; Hakimi, Sergio Ramos, Marquinhos, Bernat (68′ Nuno Mendes); Fabian Ruiz (21′ Renato Sanches), Verratti (88′ Danilo Pereira), Vitinha; Soler (68′ Ekitike); Messi, Mbappe. A disposizione: Sergio Rico, Letellier, Mukiele, Bitshiabu, Zaire-Emery, Sarabia. Allenatore: Galtier

Arbitro: Del Cerro Grande (Spagna)
VAR: Martinez Munuera (Spagna)
Ammoniti: Gatti (J), Milik (J), Fagioli (J), Verratti (P)
Espulsi:
Note: recupero 1′ e 4′; spettatori 41.089 per un incasso di 4.851.821 euro