Flop Champions e pezzi pregiati in vendita: uragano Juve

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:47

I risultati impronosticabili del girone di Champions League possono influire in maniera importante sul mercato della Juventus

Questa sera si concluderà una prima fase della Champions League che non ha risparmiato sorprese, anzi. Non poche le squadre che hanno reso decisamente al di sotto delle attese, come la Juventus.

Flop Champions e pezzi pregiati in vendita: uragano Juve
Massimiliano Allegri © LaPresse

Quattro ko in cinque gare fin qui, ed eliminazione rovinosa per i bianconeri, attesi stasera dall’ultimo impegno con il Psg. Un match da onorare e nel quale provare a raggiungere un risultato che sarebbe comunque importante per continuare il percorso continentale in Europa League, ma al quale la squadra di Allegri arriva incerottata come non mai e con scelte di formazione letteralmente obbligate. Sfida che sarebbe stata già dura di per sé ma che a queste condizioni appare davvero proibitiva. I risultati europei possono avere un peso, in ottica di mercato, piuttosto rilevante per la Juventus, che guarda con interesse a quanto potrà accadere a gennaio.

Disastro Atletico Madrid, cessioni pesanti in vista: i profili nel mirino della Juventus, ma non solo

Flop Champions e pezzi pregiati in vendita: uragano Juve
La delusione dell’Atletico Madrid fuori dall’Europa © LaPresse

E’ già conclamato infatti il flop dell’Atletico Madrid, che venendo sconfitto ieri sera dal Porto per 2-1 ha concluso il suo girone addirittura all’ultimo posto. Una uscita ingloriosa dall’Europa che potrebbe rappresentare il fine ciclo per Simeone e per i suoi. Eliminazione pesante, naturalmente, anche dal punto di vista economico e che potrebbe obbligare, già a gennaio, almeno ad una cessione di un certo rilievo. Numerosi i profili interessanti dal punto di vista bianconero, e non solo. Si riparlerà certamente di Rodrigo De Paul, nome recentemente al centro di qualche polemica e che potrebbe tornare buono anche per l’Inter. In bilico anche la posizione di Saul Niguez, rientrato dal prestito dal Chelsea ma che fatica a riprendersi il suo posto tra i ‘Colchoneros’. In attacco, da valutare poi il futuro di Carrasco, Angel Correa e Cunha. Tutti giocatori accomunati da un minutaggio a singhiozzo e dalla possibilità, per l’Atletico, di monetizzare opportunamente, intorno ai 30 milioni di euro per ognuno di loro. Molto dipenderà anche, per tutti questi giocatori, dalla vetrina del Mondiale. Almeno uno di loro, comunque, potrebbe partire e la Juventus e le altre big nostrane vogliono farsi trovare pronte.