Comunicato UFFICIALE: “Iran fuori dai Mondiali”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:08

Arriva il comunicato ufficiale sui Mondiali in Qatar 2022 e la presenza dell’Iran: richiesta l’esclusione immediata

L’Iran fuori dai Mondiali. E’ questa la richiesta che arriva tramite un comunicato ufficiale. A presentarla è la Federcalcio Ucraina con una dura nota che tira in ballo il presunto coinvolgimento dell’Iran nella guerra portata avanti dalla Russia.

L'Ucraina chiede l'IRan fuori dai Mondiali
Infantino © LaPresse

La Federcalcio Ucraina chiede alla FIFA di “considerare l’esclusione della Nazionale Iraniana dalla Coppa del Mondo 2022”. Questo in base alle “informazioni dei media sulle violazioni sistematiche dei diritti umani in Iran, che potrebbero violare principi e norme degli statuti FIFA, e tenendo in considerazione la risoluzione 2231 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite che riguarda l’imposizione di sanzioni all’Iran e il possibile coinvolgimento dell’Iran nella aggressione militare della Russia contro l’Ucraina”.

Non una richiesta nuova visto che nelle ultime settimane se n’è parlato tanto e che ora arriva con un comunicato ufficiale. Il tutto a tre settimane dall’inizio della rassegna iridata che potrebbe anche non vedere ai nastri di partenza l’Iran. A quel punto la FIFA dovrebbe indicare una Nazionale sostituta e difficilmente, nonostante le speranze dei tifosi azzurri, potrà essere l’Italia. Anche se è la squadra con il miglior ranking tra le escluse, l’ipotesi più probabile – se davvero dovesse esserci un’esclusione – è vedere ripescata una Nazionale dello stessa area geografica di quella esclusa.

Iran escluso: difficile il ripescaggio dell’Italia

Italia, niente speranze Mondiali
Mancini © LaPresse

In questo senso, come raccontato da Calciomercato.it nei giorni scorsi, appare molto difficile ipotizzare una wild card per l’Italia. Per gli azzurri, alla seconda mancata qualificazione, i Mondiali saranno soltanto da guardare con un pizzico di tristezza. E, come spesso ha ripetuto Mancini, sperare che arrivi presto dicembre a cancellare il ricordo della disfatta con la Macedonia.