“Si è rotto qualcosa”: l’addio da 70 milioni travolge anche la Serie A

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:41

L’eliminazione rappresenta una ferita dolorosissima che potrebbe portare a grandi stravolgimenti anche sul calciomercato. Anche la Serie A potrebbe essere interessata

Non è facile accettare un’eliminazione e ancor di meno per com’è arrivata per l’Atletico Madrid. I Colchoneros hanno pareggiato contro il Bayer Leverkusen con il risultato di 2-2 e sono finiti fuori dalla Champions League, con un turno d’anticipo.

"Si è rotto qualcosa": l'addio da 70 milioni travolge anche la Serie A
La dirigenza della Juventus ©LaPresse

Fa male, malissimo a Diego Simeone, che sembra aver perso la compattezza del suo gruppo, che è fondamentale per il suo stile di gioco. Il rigore sbagliato da Ferreira Carrasco all’ultimissimo minuto, poi, è stata la beffa finale. E proprio su quest’episodio si sta parlando tantissimo in Spagna, anche perché in campo c’era Joao Felix che avrebbe potuto battere il penalty decisivo. Paulo Futre ne ha parlato a ‘El Larguero’, sottolineando anche l’attuale ruolo del giovane attaccante portoghese nella squadra della capitale spagnola: “Sono preoccupato perché pensavo che per Joao fosse, un rapporto padre-figlio… Ma ora sono preoccupato. Pensavo fosse una punizione, il ragazzo è così da mesi, non ha fatto alcune cose… Ma credo di no. Finché Joao sarà qui, non so cosa gestiranno la cosa. La sensazione è che qualcosa si sia rotto, se non metti il ​​giocatore più talentuoso per tre, quattro minuti quando devi vincere, mi sembra chiaro. Penso che sia un po’ al limite”. E chiude con un consiglio per il futuro al talento portoghese: “Gliel’ho già detto, devi lavorare più che mai, per avere qualche possibilità. Non so cosa succederà a gennaio, ma dai il massimo fino a gennaio”.

Joao Felix sempre più lontano dall’Atletico Madrid: la Serie A in agguato

"Si è rotto qualcosa": l'addio da 70 milioni travolge anche la Serie A
Joao Felix ©LaPresse

Un calciatore come Joao Felix, considerato uno dei migliori talenti in circolazione e con una valutazione da più di 100 milioni, non può che infiammare i prossimi mesi sul calciomercato, che sia a gennaio o a giugno. Il calciatore adesso costa meno, ma almeno 70 milioni di euro dovranno essere pagati. Per lui si parla anche di PSG, Barcellona e Bayern Monaco nel prossimo futuro, ma attenzione anche alla Serie A. Chissà che la Juventus, che già l’aveva seguito in passato, non possa tornare alla carica.