CM.IT | Juve, è sempre più dura: tris d’assi su mister 45 milioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:45

Reduce dall’eliminazione dalla Champions, la Juventus guarda con attenzione alle prossime sessioni di calciomercato, anche sul fronte uscite

La sconfitta contro il Benfica ha estromesso ancora una volta prima del previsto la Juventus dal palcoscenico della Champions. Una disfatta dolorosa e difficile da digerire, che ha fatto finire sul banco degli imputati Massimiliano Allegri, ma non solo. Nel mirino di critica e tifosi sono finiti anche società e giocatori. Tra senatori e nuovi arrivi, diversi elementi della rosa bianconera sembrano aver esaurito il credito di fiducia già a fine ottobre. La dirigenza bianconera proverà a correre ai ripari già nella sessione di gennaio, che si preannuncia molto attiva anche sul fronte delle uscite.

Calciomercato Juventus, da ex obiettivo a problema: asta per mister 45 milioni
Il management della Juve al completo ©LaPresse

Molto attiva in Inghilterra la scorsa estate, la Juve ha ceduto in prestito con diritto di riscatto Arthur e Denis Zakaria, ma Liverpool Chelsea non sono inclini ad esercitare l’opzione in loro possesso. Una situazione che potrebbe rivelarsi una doppia beffa per la dirigenza juventina, visto che entrambi i club hanno messo gli occhi su un pallino di vecchia data di Federico Cherubini e del suo staff. Stiamo parlando di Bruno Guimaraes che, confermano le indiscrezioni in possesso di Calciomercato.it, è divenuto un obiettivo sensibile delle due big inglesi nelle ultime settimane.

Calciomercato Juventus, tutti pazzi per Bruno Guimaraes

Calciomercato Juventus, Bruno Guimaraes tra big e rinnovo
Bruno Guimaraes ©LaPresse

A suon di grandi prestazioni, il centrocampista brasiliano si è guadagnato anche le attenzioni di PSG Real Madrid, ma il Newcastle non è intenzionato a perdere il proprio faro a gennaio, a men che non arrivino offerte davvero irrinunciabili. Pagato più di 45 milioni di euro, bonus inclusi, l’ex Lione è stato già convocato dalla dirigenza dei ‘Magpies’ per un rinnovo con adeguamento, ma la proprietà sarà impegnata anche nel migliorare la situazione debitoria del club prima di compiere passi che ad oggi potrebbero rivelarsi più lunghi della gamba.