“Ulteriore caos”: esonero Allegri, doppio annuncio a sorpresa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:28

Quasi tutti vogliono la testa del tecnico dopo la sconfitta col Benfica che ha condannato la Juventus all’eliminazione dalla Champions

Esonero. Questa la parola che esce di nuovo dalla bocca dei tifosi della Juventus e da quella della critica all’indomani della sconfitta col Benfica che ha sancito l’eliminazione dei bianconeri dalla Champions League. L’esonero di Allegri come unica possibilità per rianimare una stagione che si avvia verso un disastro totale considerati anche i punti di distacco dalle prime posizioni in campionato.

Juventus, esonero Allegri: doppio annuncio
Massimiliano Allegri ©LaPresse

Juventus, Allegri da esonero

“Dobbiamo mettere da parte questa eliminazione che ci fa male, siamo molto arrabbiati, e pensare al campionato – ha detto ieri il tecnico livornese dopo la sfida al ‘Da Luz’ – Abbiamo quattro partite e dobbiamo cercare di fare bene anche perché fino alla partita con l’Inter difficilmente recupereremo qualcuno”. La Juve di Allegri è una squadra senza anima, senza idee, evidentemente male allenata, nonché già fuori da tutto a ottobre. Insomma, ci sono tutti gli ingredienti per una decisione logica, sensata, l’unica possibile nel bel mezzo della stagione, che è appunto il licenziamento di Allegri.

Juventus, no all’esonero di Allegri: “Ulteriore caos. L’esempio è l’Arsenal”

Juventus, esonero Allegri: doppio annuncio
Massimiliano Allegri ©LaPresse

Tra gli addetti ai lavori, però, c’è anche chi si professa contrario al cambio di guida tecnica. Per esempio Evelina Christillin, membro Uefa nel Consiglio Fifa e nota tifosa bianconera oltre che persona legata alla agli Agnelli/Elkann: “In questo caos totale cambiare allenatore produrrebbe ulteriore caos, i conti si faranno a fine stagione – ha detto a ‘Palla al Centro’ in onda su ‘Rai Radio 1 Sport’ – Sicuramente non bisogna abbattersi, però per quello che si è visto dal 13 agosto in poi, sia in campionato che in Europa, come si fa a non parlare di fallimento? Vedremo se in questa lunga pausa di due mesi Allegri riuscirà a fare un’operazione stile Full Metal Jacket”.

Schierato fra quelli, e sono davvero in pochi, sfavorevoli all’esonero di Allegri pure l’ex bianconero Thierry Henry. A ‘CBS Sports’ il francese ha fatto un parallelo con Arteta, che l’Arsenal ha confermato nonostante i risultati deludenti e ora la squadra è… Squadra e comanda la Premier: “Gli sono serviti due anni per mettere in campo una formazione decente, mentre i tifosi chiedevano il suo esonero. Poi abbiamo visto come è andata. Per questo la Juve deve tenere Allegri“.