Via libera Juve, si fa a gennaio: c’è già il prezzo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:59

Arrivano conferme sulla possibilità di cessione già ne mese di gennaio: il club ha fissato anche il prezzo per la partenza, Milan e Roma pronte

In scadenza nel 2023, con poca propensione al rinnovo e ambito da diversi grandi club europei. I calciatori con il contratto negli ultimi mesi sono quelli più ambiti in questo periodo di mercato: occasioni da sfruttare a fine anno, gratis, o opportunità per acquistarli già a gennaio, a prezzo ovviamente ridotto.

Juve
Dirigenza Juve © LaPresse

Lo sanno bene Juventus, Milan e Roma che hanno messo nel mirino proprio uno di questi calciatori in scadenza. Le tre società sono alla ricerca di rinforzi nel reparto arretrato e una occasione del genere non passa inosservata. Il nome è quello di N’Dicka, difensore francese classe 1999. Il 23enne è entrato ormai negli ultimi mesi di contratto con l’Eintracht Francoforte e la sua volontà sembrerebbe quella di lasciare il club tedesco ed approdare in un club più ambizioso. Di pretendenti non ne mancano e della schiera fanno parte anche Juventus, Milan e Roma che potrebbero avere un’opportunità già a gennaio.

Calciomercato Juventus, Milan e Roma: l’Eintracht pronto a cedere N’Dicka

N'Dicka via a gennaio
N’Dicka © LaPresse

Come raccontato da Calciomercato.it, l’Eintracht Francoforte ha fissato le condizioni economiche per la cessione di N’Dicka già a gennaio. La richiesta iniziale è di 10-12 milioni di euro, cifra che potrebbe scendere anche a 8-9 milioni per evitare il rischio di perderlo a zero a giugno.

Una ipotesi che è confermata anche dalla ‘Bild’ secondo cui il club tedesco ha dato il via libera alla cessione di N’Dicka già a gennaio se prima di allora non arriverà il rinnovo di contratto, con la trattativa che al momento è lontano dal decollare. Inoltre, il quotidiano tedesco conferma anche la cifra che a Francoforte vorrebbero per dire sì alla partenza anticipata del 23enne francese. Juventus, Milan e Roma sanno tutto, ora non resta che far partire l’assalto.