“Ho nuovi obiettivi”: Juventus, Milik esce allo scoperto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:49

Il bomber polacco ha iniziato nel modo migliore la sua avventura in maglia bianconera. Il club presieduto da Agnelli dovrebbe esercitare il diritto di riscatto

“Parlo bene l’italiano e questo è un vantaggio importante. Non ho problemi a capire l’allenatore e tutte le istruzioni che mi dà. Qui in Italia c’è molta più tattica, sia in allenamento che in partita. In quasi tutte le partite che ho giocato qui a Torino avevo un altro attaccante di fianco, penso che così sia più semplice perché hai più soluzioni offensive”. Così Milik a ‘L’Equipe’ sulla sua avventura alla Juventus, fin qui andata oltre le migliori previsioni con 4 gol già realizzati tra campionato e Champions.

Calciomercato Juventus, il retroscena di Milik
Arkadiusz Milik ©LaPresse

Milik: “La Juventus mi inseguiva sin da quando ero a Napoli”. Poi ‘punge’ il Marsiglia

Nell’intervista al quotidiano francese, il bomber polacco ha parlato della sua precedente esperienza al Marsiglia confermando poi che la Juve avrebbe voluto acquistarlo già ai tempi del Napoli: “Credo di aver fatto bene nel tempo in cui ho giocato all’Om, anche se so che avrei potevo fare molto meglio. Qualche volta, però, soprattutto in relazione alle mie caratteristiche, hai bisogno di ottime persone attorno a te, che giochino anche loro per te. Io alla Juve? I contatti per il mio trasferimento sono iniziati prima della sfida contro il Nantes, nella quale sono rimasto in panchina”.

La Juventus mi inseguiva sin da quando ero a Napoli, ma allora non fu possibile trovare l’incastro. Siamo felici di esserci ritrovati oggi, per me è un punto di partenza. Non posso dirmi che sono già arrivato dove volevo. Ho nuovi obiettivi che tengo per me. Non abbiamo iniziato bene la stagione, qui alla Juve bisogna vincere e se non vinci non va bene. Ma restano partite per raddrizzare la situazione e spero di recuperare il terreno perduto”, ha concluso Milik approdato a Torino in prestito con diritto di riscatto a circa 7 milioni che, molto probabilmente, la società bianconera eserciterà.