La firma dopo il Mondiale: stravolto il ‘piano’ della Juve

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:46

Anche il Milan rischia di veder sfumare l’obiettivo per l’estate. I rossoneri, come ‘La Vecchia Signora’, pregustano infatti il colpo a zero

I club non sono già al lavoro per il calciomercato di gennaio, ma anche per quello della prossima estate. È proprio in questo periodo, infatti, che i dirigenti cominciano a muoversi in ottica futura. Specie per quei calciatori con il contratto in scadenza, che stando alle norme possono firmare con un nuovo club all’inizio dell’anno. Juventus e Milan risultano essere tra i più attivi, in particolare i bianconeri come testimonia il forte interesse per Ndicka dell’Eintracht e Grimaldo del Benfica, due in scadenza che potrebbero anticipare lo sbarco a Torino proprio nell’imminente finestra invernale.

Calciomercato Juventus, Asensio può rinnovare col Real: l'annuncio di Ancelotti
Massimiliano Allegri ©LaPresse

Per il 2023, invece, il club presieduto da Andrea Agnelli ragiona su altri profili di maggiore spessore. Del resto bisogna andare a rimpiazzare gente importante, in primis Di Maria del quale nei giorni scorsi si è parlato a proposito di una possibile partenza anticipata. Tali rumors non hanno comunque trovato conferma nelle informazioni raccolte da Calciomercato.it. Per il dopo ‘Fideo’ si guarda pure se non soprattutto in Spagna, in casa della capolista Real Madrid. Il nome è noto, Marco Asensio. Il ventiseienne maiorchino sta giocando pochissimo, 114′ minuti fin qui, eppure proprio nelle ultime ore è tornata in auge la possibilità – remota fino a qualche settimana fa – di un prolungamento del contratto che scade al termine della stagione.

Calciomercato, apertura Real al rinnovo di Asensio: Juve e Milan possono però garantirgli una maglia da titolare

Calciomercato Juventus, Asensio può rinnovare col Real: l'annuncio di Ancelotti
Marco Asensio ©LaPresse

Questa possibilità è stata rilanciata da Carlo Ancelotti, il suo allenatore, dopo il match con l’Elche vinto dalle ‘Merengues’ e che il numero 11 ha visto dalla panchina fino all’80’, siglando al novantesimo la rete del definitivo 3-0. “Anche se gioca poco, ho sempre fiducia in lui. In futuro avrà più minuti – ha detto il tecnico per poi aprire al rinnovo – Dopo il Mondiale si parlerà del suo contratto“.

Da capire la volontà di Asensio. Real è sì casa sua e, in generale, è difficilissimo abbandondare quello che è il club calcistico più importante al mondo, però restare a Madrid potrebbe essere davvero controproducente per lui sul piano personale. Altrove, invece, potrebbe rivestire un ruolo da protagonista. Dopo Qatar 2022 se ne saprà di più, Juventus e Milan (che gli garantirebbero una maglia da titolare) rimangono alla finestra.