Allegri esulta dopo il derby: “Non avevo dubbi. E’ così da 30 anni”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:24

Le dichiarazioni del tecnico bianconero al termine del match di Torino. Ecco le sue parole dopo la vittoria targata Vlahovic

La Juventus di Massimiliano Allegri vince il derby e rialza la testa. I bianconeri hanno conquistato il derby grazie al gol di Dusan Vlahovic.

Torino-Juve: Allegri a Dazn
Allegri a DAZN

Ecco le dichiarazioni del tecnico – ai microfoni di Dazn – dopo il successo contro il Torino: “I ragazzi hanno dimostrato che sono un gruppo, una squadra importante. Abbiamo fatto una gara ordinata, tirando in porta. Sono contento per il primo successo in trasferta, hanno mostrato personalità. Dispiace per il periodo passato. Oggi abbiamo fatto il primo passettino, ma non avevo alcun dubbio”.

Derby decisivo – “Dopo la Salernitana non è stato facile. Delle volte ci sono delle cose che si incastrano al contrario. Oggi i ragazzi sono stati bravi, trovare il migliore è difficile. Ero sereno perché la squadra stava facendo una partita seria”.

Torino-Juventus: attacco e difesa, Allegri è soddisfatto

Torino-Juve: Allegri a Dazn
Massimiliano Allegri ©LaPresse

Ottima prova di Vlahovic, Kean e Milik – “Quando capisci che gli attaccanti hanno il sopravvento sui difensori, bisogna insistere, giocando su di loro – afferma Allegri -. I ragazzi hanno fatto bene. E’ solo l’inizio di un percorso che si è interrotto in quella settimana in cui abbiamo perso punti. E’ l’atteggiamento che mi è piaciuto. Chi vince più duelli vince, il calcio si è voluto ma è così da 30 anni”.

Assetto difensivo – “Solidità con i tre dietro? Credo che tutti hanno fatto bene, sia con Bremer che con Bonucci. Sono stati aggressivi e dentro l’area ha ”

Ancora su Vlahovic – “Indipendentemente dal gol ha fatto una partita dal livello tecnico importante, rispetto alle ultime due. Ha 23 anni e deve crescere, come tutti. Migliorano gli anziani”

Squadra in ritiro? “No assolutamente – conclude Allegri -, ho detto ai ragazzi che saremmo tornati a casa dalle nostre famiglie, se lo sono meritato”.