Allegri stravolge la Juve: tre bocciati eccellenti e formazione inedita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:59

La Juve si prepara al delicatissimo derby contro il Torino: Allegri ne fa fuori tre e stravolge la formazione con una scelta inattesa

Reduce da una settimana a dir poco complicata, la Juventus si prepara a un sabato ad altissima tensione. Il giorno del derby contro il Torino non è mai banale, non può esserlo a maggior ragione adesso vista la situazione che i bianconeri stanno vivendo e che sarebbe stata impronosticabile due mesi fa.

Allegri stravolge la Juve: tre bocciati eccellenti e formazione inedita
Massimiliano Allegri © LaPresse

Una Juventus che a questo punto della stagione è già a rischio fallimento totale, con una eliminazione dai gironi di Champions League che sta per concretizzarsi e con un percorso in campionato che per ora vede Allegri e soci molto lontani non solo dalla vetta, ma anche dal quarto posto che vale la qualificazione alla Champions del prossimo anno. Inevitabilmente, la posizione del tecnico livornese inizia a scricchiolare, nonostante gli attestati di fiducia da parte della dirigenza arrivati nel dopo Maccabi Haifa. Per il dopo Allegri, come raccontato da Calciomercato.it, tra i tanti nomi resta in lizza anche Paulo Sousa. Un esonero è difficile da ipotizzare nell’immediato anche in caso di nuovo capitombolo, ma di certo in casa bianconera nessuno si augura di dover assistere alla terza sconfitta in sette giorni che complicherebbe ancor di più il quadro complessivo. Nel ritiro di questi giorni, Allegri ha pensato con molta attenzione a come schierare i suoi per ottenere, finalmente, una reazione apprezzabile e riuscire a ottenere i tre punti in un match che può essere esiziale. E alle viste ci sarebbero novità piuttosto importanti e sorprendenti.

Torino-Juventus, Bonucci e altri due ‘titolarissimi’ out: Allegri spiazza tutti

Allegri stravolge la Juve: tre bocciati eccellenti e formazione inedita
Leonardo Bonucci © LaPresse

Ieri, la redazione di Calciomercato.it vi aveva anticipato le esclusioni eccellenti di Bonucci, Paredes e Milik, con Kean in rampa di lancio di fianco a Vlahovic. Indicazioni di massima che possiamo confermare, con una difesa a tre davanti a Szczesny in cui dovrebbero prendere posto, di fianco al grande ex della sfida Bremer, i ‘braccetti’ Danilo e Alex Sandro. Linea mediana a cinque, con Cuadrado e Kostic sulle fasce e in mezzo la cerniera composta da McKennie, Locatelli e Rabiot.