Situazione bollente: a gennaio assalto a Zidane

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:00

Tra gli allenatori migliori ancora privi di squadra c’è senza ombra di dubbio Zinedine Zidane che è da tempo anche uno dei più desiderati. Ipotesi a gennaio per l’ex Real Madrid 

Sono settimane calde per gli allenatori. Abbiamo registrato in Serie A diversi cambi in panchina negli ultimi tempi, mentre la più chiacchierata resta quella di Massimiliano Allegri alla Juventus in virtù di risultati e gioco che proprio non arrivano. Chi tra le big europee non sta soddisfacendo al meglio le aspettative della vigilia è il Paris Saint Germain sotto la guida di Galtier. Il grande obiettivo è sempre la Champions League, lì dove i parigini al momento condividono il primato del girone insieme al Benfica dopo il doppio pareggio con i portoghesi tra la terza e la quarta giornata.

PSG scatenato: Zidane a gennaio
Zidane © LaPresse

In casa Paris non sarebbero del tutto soddisfatti dell’operato della nuova gestione e potrebbero meditare mosse importanti. In tal senso il nome forte che è ancora fuori in attesa di una nuova panchina di prestigio è quello di Zinedine Zidane.

Calciomercato, il PSG cerca il grande colpo: idea Zidane a gennaio | Tutti gli scenari

PSG scatenato: Zidane a gennaio
Zinedine Zidane © LaPresse

Dal caso Mbappe a Campos che potrebbe andare via, passando per le accuse piovute sul presidente Al-Khelaifi. La situazione in casa PSG resta piuttosto calda sotto tutti i punti di vista con il numero uno che rischia anche di lasciare la propria carica. Dunque da Doha, di fronte alla crisi senza precedenti che sta vivendo il Paris come club, starebbero valutando una completa riorganizzazione.

Secondo quanto evidenziato da ‘MediaFoot’ la questione relativa ad un addio di Al-Khelaifi non è più un tabù, mentre per la panchina dalla proprietà sono ancora ossessionati su Zinedine Zidane, un obiettivo su cui avrebbero intenzione di tornare alla carica a gennaio. Per permettere l’arrivo dell’ex Real a Parigi, la partenza di Al-Khelaifi sarebbe un plus. Segnato dalla gestione Florentino Perez a Madrid, Zizou sa quanto sia importante per un club la presenza di una figura così rilevante. Ai suoi occhi quindi il presidente attuale non avrebbe il profilo per pilotare il progetto parigino. Da Doha lo sanno e puntano a facilitare la questione. Il caso però non è semplice perchè va considerato come Zidane non faccia del PSG la sua priorità assoluta per il futuro in quanto attende ancora la panchina della Francia. Il suo destino è dunque anche collegato al rinnovo di Deschamps.