Anche Vlahovic è in discussione: Allegri ribalta la Juve

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:21

Crisi infinita per la Juventus dopo la figuraccia in Israele contro il Maccabi Haifa. Tutti in discussione, anche Vlahovic finisce nel mirino della critica

Juventus a picco e praticamente fuori dalla Champions League dopo la figuraccia rimediata sul campo del Maccabi Haifa.

Juventus, momento negativo per Vlahovic
Dusan Vlahovic ©LaPresse

Squadra in ritiro prima del delicatissimo derby della Mole contro il Torino, una scelta però che non sembra essere stata digerita da gran parte dello spogliatoio. Mirino puntato soprattutto su Massimiliano Allegri, confermato a parole e con i fatti dal presidente Agnelli malgrado il disastroso inizio di stagione della ‘Vecchia Signora’, distante già 10 punti in campionato dalla capolista Napoli. Inoltre, piove sul bagnato alla Continassa vista la nuova assenza di Di Maria, fermato ai box dall’ennesimo problema muscolare alla coscia che lo terrà lontano di campi di gioco per circa tre settimane.

Un’assenza pesante per Allegri, in vista del ciclo di partite prima della lunga sosta per il Mondiale che sarà decisivo per la stagione della Juve e il futuro in panchina del tecnico. Tutti sono in discussione, ma il mister livornese non ha più jolly da giocarsi e senza una decisa sferzata in termini di risultati e prestazioni rischierebbe il taglio da parte della società. Senza il ‘Fideo’ Allegri dovrà nuovamente cambiare assetto e uomini del proprio scacchiere tattico, puntando sul doppio centravanti con Milik affiancato a Dusan Vlahovic. Il serbo, però, è stato finora troppo discontinuo in campo e dopo le reti con Bologna e Maccabi all’andata ha deluso nel big match col Milan e nella successiva sfida di Champions ad Haifa.

Calciomercato Juventus, ombre su Vlahovic senza Champions

In un momento del genere, dove tutti sono sotto esame, anche un elemento centrale del progetto bianconero come il serbo può finire in discussione e perdere il posto nell’undici titolare di Allegri. Vlahovic rischia la panchina contro il Torino, con l’allenatore livornese che sta pensando anche a una Juventus senza l’ex Fiorentina per la stracittadina di domani pomeriggio contro i granata. Un’esclusione che farebbe certamente rumore, considerando la caratura del giocatore in questione e l’importanza che ha il classe 2000 a livello tecnico nella formazione bianconera. Un po’ meno sorprendente, invece, valutando le ultime prestazioni insufficienti del centravanti, indolente e poco lucido nelle ultime uscite, oltre a palesare sempre un certo nervosismo in campo anche verso i compagni di squadra.

Juventus, Allegri e la situazione di Vlahovic
Allegri e Vlahovic ©LaPresse

Sei reti finora all’attivo e un assist vincente per Vlahovic, che va a segno ogni 174 minuti. Non una media da big o all’altezza dei colleghi più celebrati a livello internazionale, con Allegri che di recente lo aveva messo sul piano di top player del calibro di Mbappe e Haaland. Lo stesso tecnico e la dirigenza si aspettano un impatto e un’incidenza maggiore da parte del nazionale serbo, visto anche l’oneroso investimento dello scorso gennaio per strapparlo alla Fiorentina e alle altri grandi d’Europa. Oltre alla Juventus anche Vlahovic deve svoltare la sua stagione, anche perché gli scenari nel calcio cambiano rapidamente. Una catastrofica assenza il prossimo anno dalla Champions League, infatti, rischierebbe di ribaltare il futuro alla Continassa di un asset fondamentale a livello tecnico come il 22enne attaccante, che piace soprattutto al Bayern Monaco sul mercato. Vlahovic è chiamato adesso a dare un segnale e a trascinare con i suoi gol la ‘Vecchia Signora’ fuori dal tunnel.