Rissa e cartellino rosso: animi accesi in Lazio-Sturm Graz

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:21

È successo di tutto nei minuti finali del primo tempo di Lazio-Sturm Graz: rissa in campo e cartellino rosso per gli uomini di Sarri

Un primo tempo con poche emozioni quello andato in scena tra Lazio Sturm Graz all’Olimpico, ma che nei minuti conclusivi è letteralmente deflagrato: rissa in campo e cartellino rosso.

Rissa e cartellino rosso: animi accesi in Lazio-Sturm Graz
Cartellino rosso in Lazio-Sturm Graz©LaPresse

Al 45′, in seguito ad un contrasto in area di rigore subito da Mattia Zaccagni, ai padroni di casa è stato assegnato un penalty. Una decisione che ha avuto un doppio effetto: quello di portare al gol del vantaggio di Ciro Immobile e quello di accendere gli animi degli avversari. Dopo quel momento, infatti, è bastato un contrasto per far partire una rissa tra i giocatori della Lazio e quelli dello Sturm Graz. Il direttore di gara Sascha Stegemann è sembrato perdere il controllo della partita e in quella situazione ha estratto diversi cartellini gialli. Tra questi, però, ha pagato dazio Manuel Lazzari: l’esterno biancoceleste, infatti, era già ammonito ed è stato espulso.

Animi accesi in Lazio-Sturm Graz | Espulso Lazzari, ora Sarri deve metterla in ghiaccio

Rissa e cartellino rosso: animi accesi in Lazio-Sturm Graz
Maurizio Sarri©LaPresse

Seppur sul risultato di 1-0, quindi, il secondo tempo della Lazio sarà contraddistinto dall’inferiorità numerica. Anche Maurizio Sarri non ha compreso a pieno le decisioni del direttore di gara tedesco nel finale di primo tempo, con Martusciello che si è rimediato anche l’allontanamento dalla panchina. Ora il tecnico toscano dovrà riuscire ad ottimizzare il vantaggio e portare a casa una vittoria che sarebbe preziosissima. Per farlo, però, i biancocelesti dovranno resistere con un uomo in meno.