Napoli-Ajax, la conferenza di Spalletti: “Domani come una finale”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:08

Il Napoli dopo il successo contro la Cremonese ospita l’Ajax in Champions League per la quarta giornata della fase a gironi. In conferenza stampa la parola va a Luciano Spalletti 

È tempo di tornare a calcare i palcoscenici della Champions League per il Napoli che nelle prime tre giornate della fase a gironi ha fatto pieno carico di punti. Tris di vittorie in altrettante gare con la bellezza di tredici reti fatte e sole due subite per la macchina da gol di Luciano Spalletti che è anche reduce dal successo in trasferta sul campo della Cremonese in Serie A, che ha dato dopo nove turni la vetta solitaria della classifica.

Napoli-Ajax, la conferenza di Spalletti
Luciano Spalletti (screenshot)

Domani sera al Maradona arriverà invece l’Ajax per il quarto turno di Champions, dopo il 6-1 della gara d’andata della scorsa settimana. Una sfida comunque da non sottovalutare per i partenopei che hanno appena perso Rrahmani. Alla vigilia della partita ha preso la parola Luciano Spalletti in conferenza stampa in compagnia di Giacomo Raspadori.

L’attaccante azzurro ha detto: “Il segreto è essere sempre a disposizione del gruppo. Il risultato di un singolo non è determinante se non passa attraverso il lavoro del collettivo. Si gioca ogni tre giorni la competizione è una cosa sana che aiuta la crescita del gruppo. Avere la fiducia del mister è importante. Sentirsi all’altezza del gruppo è fondamentale. Dobbiamo alimentare la mentalità che stiamo costruendo partita dopo partita”.

Napoli-Ajax, parola a Spalletti: “Non facciamo calcoli”

Napoli-Ajax, la conferenza di Spalletti
Luciano Spalletti (screenshot)

Spazio poi all’intervento di Luciano Spalletti: “Domani ci giochiamo la qualificazione al Maradona con lo stadio pieno. Sappiamo quella che sarà la loro reazione. Dobbiamo interpretarla come se fosse una finale e dobbiamo metterci dentro tutto l’atteggiamento carico di voglia e di fame di una finale senza fare nessun tipo di calcolo. Sarebbe un errore andare a modificare la nostra ricerca di risultato”.

Spalletti ha proseguito: “Osimhen è già un punto di forza perché è un calciatore top. Rrahmani? Sono cose che succedono a tutti e possono succedere. Ci dispiace perchè è una perdita importante. Per il resto abbiamo delle carte importanti da giocarci. Non avremmo problemi a mettere una formazione di tutto rispetto. Domani sera dobbiamo approcciare alla gara nella maniera corretta. Il ritmo delle gare europee è molto alto”.

FORMAZIONE – “Sicuramente qualcosa cambierà, ma meglio non dire cosa. Attaccanti? Siamo fortunati, abbiamo tre attaccanti con caratteristiche differenti e possiamo avere la totalità delle qualità della prima punta”.