Tentata rapina, terrore per Di Maria e Vlahovic: cos’è successo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:31

Tentata rapina a mano armata, serata di paura per Di Maria e Vlahovic, ospite nella casa dell’argentino. Cos’è successo

“È stato meraviglioso nella rifinitura. È un giocatore straordinario, era la prima partita che faceva dopo tanto tempo”. Massimiliano Allegri si gode Angel Di Maria, assoluto protagonista e trascinatore in Juventus-Maccabi Haifa.

Tentata rapina, terrore per Di Maria e Vlahovic: cos'è successo
Angel Di Maria © LaPresse

Nel post partita di Champions League ha parlato anche l’argentino, che si è espresso così: “A livello personale non noto differenze, l’importante è il gruppo. Ho aiutato la squadra a vincere, abbiamo fatto 3 gol per due gare consecutive. Abbiamo lottato per cambiare risultato. Cerco di fare il mio lavoro, di fare quello che mi rende felice ovvero fare assist come ho sempre detto. Mi piace rendere felici i miei compagni. Volevo giocare così, ora lavoriamo per segnare ancora più gol e creare più opportunità”. Sulla squalifica di due giornate che gli farà saltare anche il Milan: “Mi dispiace tantissimo ma l’ho meritato. Mi dispiace per quanto successo, è stata una mancanza di rispetto. Ma sono errori, sono umano e cercherò di non ripeterlo. Spero che i ragazzi facciano bene contro il Milan”. Ieri sera è scoppiata anche l’intesa tra l’ex PSG e Dusan Vlahovic: uno dei tre assist del ‘Fideo’ è andato al serbo, che è già pazzo di Di Maria: “Non so che dire, è un genio del calcio e io sono onorato di giocare con lui, di imparare tanto da lui. Sono contento, vorrei sfruttare i momenti con lui il più possibile”. All’indomani di Juve-Maccabi, però, i due hanno trascorso ore di terrore.

Juventus, rapina a mano armata nella casa di Di Maria: cos’è successo

Tentata rapina, terrore per Di Maria e Vlahovic: cos'è successo
Angel Di Maria esulta con la maglia della Juventus © LaPresse

Come riportato da ‘La Repubblica’, la polizia ha sventato una rapina a casa di Di Maria, in corso Picco, in zona Gran Madre, ai piedi della collina di Torino. Una banda di malviventi ha tentato di introdursi nella villa dell’esterno argentino, dove era presente anche Dusan Vlahovic, ospite del compagno di squadra. Le forze dell’ordine sono intervenute appena scattato l’allarme e, dopo aver sventato il colpo, hanno arrestato uno dei rapinatori.