Lazio-Spezia, Martusciello tra Provedel spiritato e il ‘rimprovero’ dei magazzinieri

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:40

Le parole del vice di Maurizio Sarri, Giovanni Martusciello, in conferenza stampa dopo la bella vittoria contro lo Spezia per 4-0

La Lazio schianta lo Spezia alla ripresa del campionato e si proietta al terzo posto in classifica a meno tre dalla vetta occupata dal Napoli in solitaria, in attesa dell’Atalanta. Una partita e una vittoria netta per 4-0 che non può che lasciare soddisfatto mister Sarri, che però era squalificato e nel postpartita non ha parlato.

martusciello lazio spezia zaccagni provedel immobile calciomercato.it 20221002
Martusciello © LaPresse

Al suo posto in conferenza stampa il vice Giovanni Martusciello, che oggi era in panchina: “Partita insidiosa, si veniva dalla sosta e molti non si sono allenati con noi, alcuni sono arrivati alla spicciolata e si ha avuto poco tempo. Poi c’era l’orario della partita, bisognava velocizzare tutto, alle 9 eravamo già col piatto di pasta. E oltre a questo il nome dell’avversario, tutte cose che potevano farci inciampare. Siamo contenti, ma non ci possiamo accontentare”. Su Immobile: “Si è allenato ieri, la paura che potesse con il tempo intossicare quella zona lì poteva esserci. Poi il risultato ce lo permetteva e l’abbiamo gestito, lo stesso valeva per Lazzari. Ciro anche se non fa gol ci dà l’esempio, sono giocatori che fanno crescere anche gli altri. C’era questa polemicuzza della Nazionale, ma basti pensare che lui si è allenato solo ieri”.

Lazio-Spezia, Martusciello e le condizioni Patric: “Ha avuto problemi importanti di pancia…”

martusciello lazio spezia zaccagni provedel immobile calciomercato.it 20221002
Zaccagni e Romagnoli © LaPresse

Sui tifosi: “Sono straordinari, anche a Cremona erano tantissimi. Questo entusiasmo ci fa vincere 4-5 partite in più, si vive per queste gioie qui. Abbiamo vissuto tutti il lockdown, bello ritrovare lo stadio pieno di tifosi biancazzurri. Me ne accorgo anche con i magazzinieri che sono tifosissimi, è come se fossi in curva. A volte facciamo qualche battuta e ci rimproverano, è un senso di appartenenza che ti entra dentro. Vedere questo tifo continuo dà i brividi”. La Lazio concede tanti tiri dal limite: “Noi non dobbiamo farli arrivare lì, dobbiamo fare la partita nella metà campo avversaria. Sarri gioca così, altrimenti se ne prendeva un altro di allenatore. Noi dietro non ci dobbiamo stare, poi ci sono pure gli errori, il calcio è imprevedibile”.

Martusciello spiega poi il motivo della sostituzione di Patric all’intervallo: “Ha avuto un problema gastrico, aveva mal di pancia e ha avuto problemi importanti. Zaccagni motivato dalla mancata convocazione in Nazionale? È straordinario, lo abbiamo preso per queste prestazioni. Lo stimolo però deve averlo ogni volta che si allena, il risultato di oggi è perché si è allenato benissimo in questi 15 giorni, non deve dare risposte a una mancata convocazione. Le risposte arrivano perché è un giocatore forte. Cosa è cambiato? Il tempo ci ha dato la possibilità di lavorare. Poi la rosa è stata puntellata”. Infine su Provedel: “La domanda da porsi è come mai arriva solo a questa età in un palcoscenico del genere, per quello che sta dando. Lui è attivato, non molla mai, ha l’occhio spiritato, ogni secondo di allenamento lo fa come se fosse l’ultimo”.