Conte torna alla Juventus, ma ad una condizione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:00

Calciomercato Juventus, il futuro di Allegri continua ad essere avvolto in una nube di mistero: i possibili scenari.

Il fischio d’inizio di Juventus-Bologna è sempre più vicino. Nel corso della conferenza stampa di vigilia, Max Allegri ha ribadito come per la sua squadra adesso debba cominciare un nuovo campionato. Vlahovic e compagni sono chiamati a recuperare in campionato i punti ingenuamente persi in questo primo scorcio di stagione, provando allo stesso tempo ad inseguire una qualificazione agli ottavi di Champions molto complicata.

Conte torna alla Juventus, ma ad una condizione
Antonio Conte ©LaPresse

Il club – nella figura di Andrea Agnelli – ha ribadito la propria fiducia al tecnico livornese, che però non potrà essere per forza di cose illimitata. Legato ai bianconeri da un contratto di altri tre anni a circa 9 milioni di euro a stagione, Allegri è forte della stima del presidente della Juve: fiducia che però dovrà essere corroborata dai risultati e da prestazioni migliori. I nomi relativi ai papabili sostituti, del resto, sono già cominciati a circolare con una certa insistenza, anche se fino a questo momento la dirigenza non ha mai preso in seria considerazione l’ipotesi di un esonero immediato di Allegri, o quantomeno non in maniera compatta.

Calciomercato, Conte alla Juventus: come stanno le cose

Conte torna alla Juventus, ma ad una condizione
Antonio Conte ©LaPresse

Non è un caso, ad esempio, che il nome di Antonio Conte abbia ricominciato a fare capolino come il fantasma di Macbeth. Il tecnico salentino ha definito irrispettose le voci che lo rivorrebbero sulla panchina della “Vecchia Signora“, ma è chiaro che anche la sola ipotesi di un rinomato binomio Conte-Juve affascini l’attenzione mediatica, fermo restando che l’ex allenatore dell’Inter è sotto contratto con il Tottenham fino al 2023.

A fare chiarezza sulle ultime voci relative ad un possibile Conte back ci ha pensato Luca Momblano, intervenuto a Top Calcio 24: “Non credo che il Milan possa fungere da modello della Juve. Allegri vuole la sua rivincita, e fin quando Agnelli ed Elkann terranno le redini, si partirà sempre per vincere. Nel caso in cui la posizione di Allegri continuasse ad essere instabile, c’è la fila fuori dalla Continassa per subentrargli. Conte potrebbe far parte di questo gruppo, ma dopo Allegri non immagino un allenatore da 10 milioni a stagione.

Momblano ha continuato: “Conte resta uno dei papabili, fin quando non arriveranno notizie sul rinnovo del contratto con il Tottenham. Tuttavia, escludo che la Juventus possa presentargli un progetto al livello dei top club europei per quanto riguarda gli investimenti.”