Dietrofront a sorpresa, la Juventus rischia di perderlo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:13

Dietrofront improvviso per il calciatore finito nel mirino della Juventus: ora il suo addio è nuovamente in discussione

Poco utilizzato finora e desideroso di una nuova avventura. Per Christian Pulisic la prima parte di stagione con il Chelsea non è stata delle migliori.

Juventus, dietrofront Pulisic
Allegri © LaPresse

L’attaccante americano ha potuto scendere campo in otto occasioni, collezionando appena 177 minuti complessivi. Troppo poco per chi vuole prepararsi al meglio per i Mondiali che partiranno tra poco più di un mese. Proprio il mancato utilizzato, ha spinto Pulisic a prendere in considerazione l’addio al Chelsea nel mese di gennaio. Di pretendenti per il 24enne di Hershey (Pennsylvania), in possesso anche di passaporto croato, non ne mancano.

Tra di loro c’è anche la Juventus che sta vivendo un inizio di stagione un po’ come quello di Pulisic in Blues: deludente. La squadra di Allegri non ingrana, rischia di finire fuori dalla Champions dopo le due sconfitte nelle prime due partite europee e in campionato è lontana già sette punti dalla vetta. Ecco perché per gennaio si prospettano nuovi arrivi sul mercato per rinforzare la rosa bianconera. Pulisic è tra i profili in grado di far compiere il salto di qualità ed allora ecco spiegato l’interesse juventino. L’affare però può subire una inattesa battuta d’arresto.

Calciomercato Juventus, Pulisic fa dietrofront

Pulisic fa dietrofront: vuole restare al Chelsea
Pulisic © LaPresse

Pulisic, infatti, potrebbe decidere di giocarsi le sue carte al Chelsea, almeno fino al termine della stagione. Un dietrofront possibile dopo il cambio in panchina: via Tuchel, dentro Potter che finora ha utilizzato l’americano dalla panchina. Lo stesso Pulisic ha però aperto alla sua permanenza a Londra: “Mi sento bene a a tornare nel Chelsea. Stiamo affrontando un nuovo inizio e sono entusiasta di giocare per il nuovo allenatore”.

Freme dalla voglia di riconquistare una maglia da titolare il 24enne: “Non vedo l’ora che accada. Devo solo mettermi alla prova, come fanno tutti, e come ho fatto prima”. Se riuscirà a convincere Potter il suo destino sarà restare ancora a Londra, almeno fino al termine della stagione. Con il contratto in scadenza nel 2024, a giugno riflessioni saranno comunque inevitabili ma intanto il ribaltone a sorpresa è servivo.