Colpo Messi, ci sperano davvero: “Verrebbe gratis”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:46

Impossibile dimenticare Lionel Messi e anche ora che le acque sembrano calme, attenzione al calciomercato. L’ultimo annuncio fa vibrare i tifosi

Se si pronuncia il nome di Lionel Messi si sta parlando della storia del calcio, anche se l’argentino – ovviamente e per fortuna – è ancora in attività.

Colpo Messi, ci sperano davvero: "Verrebbe gratis"
Messi ©LaPresse

Per quello che la Pulce è già riuscito a fare in carriera, per i palloni d’Oro, i titoli (tantissimi) e le coppe. E anche per l’amore per Barcellona, che non è una piazza a caso per il calcio mondiale e mai lo sarà. Tutti fattori che, uniti all’affetto della gente, ne fanno uno dei più grandi della storia, senza esagerare subito con l’articolo determinativo. E per il mondo blaugrana, nonostante un finale con addio che in pochi si aspettavano sul serio, come le scaramucce tra moglie e marito che non arrivano al divorzio, non può essere dimenticato. Neanche volendolo. Gli eventi delle ultime ore lo dimostrano. Nonostante il livello di prestazioni di Messi con il PSG sia sensibilmente cresciuto quest’anno, il Barcellona e i suoi tifosi continuano a sperare in un suo ritorno: la conferma è arrivata oggi.

Barcellona, Romeu apre a un romantico ritorno di Messi

Colpo Messi, ci sperano davvero: "Verrebbe gratis"
Messi ©LaPresse

Il vicepresidente finanziario del Barcelona, ​​​​Eduard Romeu, infatti, a risposto a una domanda secca proprio sul possibile colpo Messi in un’intervista a ‘El Matí de Catalunya Radio’. Infatti, gli hanno chiesto senza troppi fronzoli se il ritorno della Pulce sarebbe economicamente sostenibile. Romeu non ci ha pensato due volte e ha detto: “Sì, perché se tornasse sarebbe gratis, quindi sicuramente lo sarebbe. Ma in ogni caso è una decisione tecnica e del giocatore”.

Nell’intervista in questione, il vicepresidente ha analizzato in generale la situazione economica del club. E finalmente ci sono delle buone – anche se parzialmente – notizie: “Senza sembrare presuntuoso, abbiamo salvato il Barcellona, ma ancora non siamo finanziariamente sani e servono molta austerità e rigore e c’è molto lavoro da fare. Il Barça sarà in salute entro 5 anni”.