Commissioni non pagate, annuncio in diretta: “Club da penalizzare”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:29

Nel mondo del calciomercato, di grande attualità il tema delle commissioni: chieste penalizzazioni per i club che non le pagano

Il calciomercato estivo si è ufficialmente concluso il 1 settembre, ma, di fatto, non dorme mai. Anche ‘fuori sessione’, gli addetti ai lavori si industriano per programmare i trasferimenti del futuro a medio e lungo termine.

Commissioni non pagate, annuncio in diretta: "Club da penalizzare"
Excelsior Hotel Gallia (foto Calciomercato.it)

Agenti, intermediari, società, lo scenario è di grande fermento per tutti in diversi periodi dell’anno. Il settore del calciomercato è stato, oltretutto, sottoposto a grandi stress e cambiamenti negli ultimi anni, influenzati dalle congiunture economiche e dagli effetti della pandemia sull’intero mondo del calcio. Si tratta di un mondo comunque in costante evoluzione e con tendenze da valutare a seconda dei periodi storici. Uno dei temi caldi delle ultime stagioni è diventato quello delle commissioni agli agenti e agli intermediari, ed è stato affrontato con dovizia di particolari al Festival dello Sport di Trento.

Calciomercato, Carnevali sostiene gli agenti: “I club devono rispettare le regole”

Commissioni non pagate, annuncio in diretta: "Club da penalizzare"
Giovanni Carnevali © LaPresse

Nell’ultimo incontro andato in scena oggi, alla presenza di tre agenti storici del nostro calcio, ossia Dario Canovi, Federico Pastorello e Paolo Busardò, il tema sollevato da quest’ultimo è stato quello del mancato pagamento, da parte di alcune società, di dette commissioni. “Si parla molto degli importi che percepiamo come intermediari, ma quello che non si dice è che diverse società in realtà non ci pagano – ha spiegato Busardò – Non solo: per evitare di incorrere in sanzioni, dobbiamo pagare tasse anche sui soldi che non percepiamo”. Un tema su cui Giovanni Carnevali, ad del Sassuolo, si è dimostrato interessato e ha replicato in questo modo: “E’ vero, sono cose che succedono e che non dovrebbero rimanere impunite. E’ giusto che chi non paga queste commissioni sia soggetto a penalizzazioni, perché risparmiare sui soldi da corrispondere agli agenti vuol dire alterare la competizione sportiva”. Tra i vari temi toccati successivamente, anche quello del possibile nuovo regolamento della FIFA relativo al limite da apporre alle intermediazioni, su cui però Canovi si è detto scettico: “Sono convinto che sul piano legale non possa essere applicato”, ha dichiarato.