Caos Donnarumma: il portiere para ma San Siro non è convinto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:01

Fischi per l’estremo difensore azzurro: le parate e il dribbling a Kane non bastano per far dimenticare il passato

L’Italia ritrova il sorriso con la vittoria contro l’Inghilterra. A San Siro, una nazionale solida ha avuto la meglio di Kane e compagni, mai davvero pericolosi.

Italia, fischi e parate per Donnarumma
Gianluigi Donnarumma ©LaPresse

Il protagonista della serata è stato Giacomo Raspadori. L’attaccante del Napoli ha realizzato il goal della vittoria, sfruttando in pieno un lancio di Leonardo Bonucci. Stop perfetto e tiro imparabile per Pope. Ieri Roberto Mancini, anche per via dei tanti infortuni, ha deciso di cambiare volto alla sua Italia, passando alla difesa a tre. Gli azzurri hanno così trovato solidità e Donnarumma non è stato chiamato a fare gli straordinari.

L’estremo difensore classe 1999 è stato pressoché disoccupato, fino a quando non si è reso protagonista con una doppia parata su Kane. L’intervento più significativo, però, è stato il dribbling proprio sull’attaccante di Antonio Conte. Il portiere del Psg si è liberato del pressing dell’attaccante spostandosi il pallone con la suola. Un gesto di alta scuola, con il quale ha voluto allontanare tutte le critiche del passato.

Dopo la conquista da protagonista dell’Europeo, Donnarumma non ha vissuto un periodo facile. Tanti errori sia sotto la Torre Eiffel sia con la maglia azzurra. Il classe 1999 è stato criticato soprattutto per le scarse abilità con i piedi. 

Italia-Inghilterra, Donnarumma fischiato: tifosi del Milan nel mirino

Italia, fischi e parate per Donnarumma
Gianluigi Donnarumma ©LaPresse

Ieri a San Siro i fischi non sono mancati: gli bastava toccare il pallone per essere beccato dai tifosi, soprattutto del Milan, che non hanno ancora dimenticato il suo addio a zero. Con il dribbling a Kane, che non è certo passato inosservato, ha voluto rispondere a chi lo ha messo in discussione. I fischi, però, non sono cessati del tutto e sui social si sono scatenati: da una parte chi ha attaccato i sostenitori dei campioni d’Italia, dall’altra chi ha continuato a criticare Donnarumma.

Alcuni tweet, riportati, non lasciano dubbi in merito al pensiero del tifoso rossonero: il classe 1999 non è criticato come atleta bensì per le sue scelte fuori dal campo. Una posizione, quella del sostenitore rossonero, poco capita dagli altri tifosi italiani.