De Ligt non dimentica la Juve: altra stoccata in Nazionale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:29

Matthijs de Ligt ha salutato la Juventus durante il calciomercato estivo, ma non dimentica i bianconeri: altra stoccata dalla Nazionale

Durante il calciomercato estivo la Juventus ha perso diversi protagonisti delle passate stagioni. Giorgio Chiellini ha deciso di volare in MLS, come Bernardeschi, per una nuova esperienza prima di appendere gli scarpini al chiodo. Alvaro Morata non è stato riscattato ed è tornato all’Atletico Madrid. Zakaria e Arthur sono andati in prestito in Premier League, mentre Matthijs de Ligt ha scelto di lasciare la Juventus per andare al Bayern Monaco.

De Ligt non dimentica la Juve: altra stoccata in Nazionale
Matthijs de Ligt, difensore del Bayern Monaco ©LaPresse

Proprio il difensore olandese però sembrerebbe non aver ancora dimenticato del tutto la Juventus. Infatti dal ritiro della Nazionale olandese, nella quale è stato regolarmente convocato, de Ligt è tornato nuovamente a parlare del club bianconero lanciando una stoccata sulle ambizioni dei bianconeri in Europa.

Juventus, de Ligt torna a lanciare frecciatine: “Meno ambizioni del Bayern”

De Ligt non dimentica la Juve: altra stoccata in Nazionale
Matthijs de Ligt, difensore del Bayern Monaco ©LaPresse

La Juventus ha salutato Matthijs de Ligt in estate dopo tre anni trascorsi in bianconero. La volontà del giocatore di lasciare i bianconeri era chiara ed è stato così ceduto al Bayern Monaco per 67 milioni più bonus. Dopo due mesi dal suo approdo in Baviera il difensore olandese però sembrerebbe non essersi ancora dimenticato dei bianconeri.

Infatti ai microfoni di ‘Nos.nl’ dal ritiro della Nazionale olandese de Ligt ha affermato: “Per me il Bayern Monaco è un salto di qualità in termini di squadra. La Juventus è un’ottima squadra. Penso solo che il Bayern abbia tutto in termini di rosa e ambizione di vincere la Champions. Ho avuto la sensazione che alla Juve fosse ce ne fosse meno”. Poi sul suo addio alla Juventus ha spiegato: “Mi sono divertito tantissimo, ma ho capito che era giunto il momento per intraprendere una nuova sfida”. Già in passato il difensore olandese era tornato a parlare della Juventus lanciando delle frecciate sulla tattiche e sui metodi di allenamento nei bianconeri. Oggi arriva l’ennesima stoccata a testimonianza che l’olandese quando ha lasciato la Juventus cercava nuovi stimoli, che poi ha trovato in Baviera.