Tuchel alla Juve, ecco l’annuncio: “Riflessioni in corso”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:19

Dopo la sconfitta contro il Monza si è discusso tanto del futuro di Massimiliano Allegri sulla panchina bianconera

Quella appena trascorsa, è stata probabilmente una delle settimane più complicate mai affrontate da Allegri come allenatore della Juventus. Dopo il pareggio con la Salernitana e la sconfitta contro il Benfica, il risultato negativo con il Monza ha certificato la crisi della formazione bianconera e del suo tecnico.

Tuchel alla Juve, ecco l'annuncio: "Riflessioni in corso"
Thomas Tuchel ©LaPresse

La posizione dell’allenatore toscano nelle ultime ore è stata messa comprensibilmente in discussione da più parti, anche se – come raccontato dalle ultime di Calciomercato.it – al momento il presidente Andrea Agnelli non ha alcuna intenzione di cambiare guida. Rispetto ad altre volte, si tratta però di una fiducia a tempo: di ritorno dalla pausa delle nazionali la società vorrà assistere ad una crescita netta sotto il profilo di risultati e prestazioni.

Del futuro di Allegri sulla panchina della Juve si è parlato ai microfoni di ‘Juventibus’, del rapporto con lo spogliatoio e di possibili sostituti in caso di esonero. Il giornalista Luca Momblano, ad esempio, ha riportato alcune impressioni sull’umore della società: “La Juve in questo momento non sta comunicando con l’esterno. La gara contro il Monza ha fissato un punto nuovo del dibattito, la società non è stata vicina ad Allegri nei giorni tra Benfica e Monza”.

Momblano su Tuchel: “La Juve sta riflettendo”

Tuchel alla Juve, ecco l'annuncio: "Riflessioni in corso"
Luca Momblano su TV Play

Prima di commentare possibili successori, Momblano ha registrato alcuni ‘rumors’ sul gruppo: “In questo momento lo spogliatoio non è con Allegri. Parliamo solo di voci, ma a me risulta che alcuni senatori della squadra che non erano chiaramente posizionati, hanno preso posizione anche loro rispetto al fatto che non funziona più tra la squadra e lo staff tecnico. Se anche il senatore pensa che non ci sia granché da fare, tutto diventa più difficile.

CRISI – “L’incontro di giovedì dopo il Benfica con la squadra era stato un incontro al ribasso. Aveva scelto una strategia in piena coerenza con tutto quello che aveva detto prima, mentre Juve-Benfica contava molto di più e gli effetti si sono visti nella gara di Monza”.

TUCHEL E ZIDANE –  “La Juve riflette su Tuchel, ma non riesce a capire il livello di certezza di vittoria che porterebbe nell’immediato. “Il nome di Zidane gira in Exor. Conte e la Juventus sono due realtà molto più vicine di quello che sembra”.