Allegri va oltre la Juventus: ha già la panchina ‘ideale’

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:58

Massimiliano Allegri in bilico alla Juventus: il tecnico toscano riflette sulle sue decisioni, la scelta migliore per il futuro

La Juventus ha scelto di continuare con Massimiliano Allegri. La società bianconera, nonostante i pessimi risultati di inizio stagione, al momento non ha intenzione di cambiare guida tecnica.

Juventus, Allegri ha già scelto il futuro
Allegri © LaPresse

Si continua con l’allenatore toscano, nonostante ormai le critiche nei suoi confronti siano quotidiani. Non si aspettava certo questo Allegri quando ha deciso di accettare la chiamata della Juventus: no al Real Madrid, sì al ritorno a Torino per un programma quadriennale che nessuno si aspettava potesse presentare tutte queste difficoltà.

Certo c’era da iniziare un nuovo corso, fare i conti con l’addio di Ronaldo e di alcuni senatori, ma nessuno poteva pensare ai risultati che da un anno a questa parte sta raccogliendo la Juventus. Ed allora, al di là dei pensieri del club, qualche riflessione in queste settimane difficile l’avrà fatta anche lo stesso Allegri. Qualche suo pensiero lo ha esternato nella chiacchierata con Sconcerti pubblicata sul ‘Corriere della Sera’, qualcun’altra se la sarà tenuta per sé, magari riguardante il futuro.

Calciomercato, quale futuro per Allegri? La scelta ideale

Juventus, Atletico soluzione 'ideale' per Allegri
Max Allegri © LaPresse

Già, perché che l’addio arrivi subito, a fine anno, o al termine del contratto, è certo che la carriera di Allegri andrà avanti. Dove? Per dirlo è ovviamente presto anche se molto dipenderà anche dalla capacità del tecnico di risollevare la Juventus.

Una delle ipotesi per la sua sostituzione a Torino porta a Diego Simeone, che lascerebbe libera la panchina dell’Atletico Madrid. I ‘Colchoneros’, per stile e filosofia di gioco, potrebbero essere una soluzione perfetta per Allegri che magari, quando Ancelotti lascerà il Real, potrebbe ricevere una nuova telefonata da Florentino Perez. Tutto però dipenderà da quel che accadrà con la Juventus perché, per restare un tecnico appetibile, deve dimostrare di saper rialzare la squadra bianconera. Del resto Agnelli lo ha richiamato per questo e la fiducia che la società ha ribadito, almeno per ora, gli concede la possibilità di portare ancora a termine la missione. Il futuro e le possibilità che si apriranno passano anche per quel che saprà fare a Torino.