Bufera in panchina, scoppia il caso: “Il problema è anche lui”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:00

Sono giorni bollenti per diverse big di Serie A e non solo, tra dichiarazioni e panchine in discussione. L’attacco frontale

È già iniziato l’ultimo weekend di Serie A prima della pausa per le Nazionali. Un turno che è diventato delicato anche per alcune big del campionato.

Bufera in panchina, scoppia il caso: "Il problema è anche lui"
Allegri e Sarri ©️ LaPresse

È il caso della Juventus di Massimiliano Allegri, ma anche della Lazio di Sarri. Dopo il clamoroso 5-1 in Europa League, il tecnico biancoceleste ha dichiarato a sorpresa: “È difficile capire le motivazioni. Se la motivazione sono io devo fare un passo indietro, se è un giocatore va fuori immediatamente. Qualcuno che all’interno del gruppo insinua questo germe c’è per forza. È una partita che non si è giocata. Un germe nello spogliatoio? Germe nel senso che qualcuno possa trasmettere questo indipendentemente dalla sua volontà, non come testa malata. Che ci sia una trasmissione involontaria. Non è che uno lo fa di proposito, entra negli spogliatoi e li fa diventare superficiali tutti”. Parole dure, che hanno spiazzato dopo la buona partenza in campionato, e che mettono improvvisamente in bilico anche la posizione dell’allenatore. Lo stesso Sarri si è detto pronto a fare un passo indietro, scatenando numerose reazioni e anche critiche.

Lazio, attacco a Sarri: “Il problema è anche lui”

Bufera in panchina, scoppia il caso: "Il problema è anche lui"
Maurizio Sarri ©️ LaPresse

A ‘Radio Punto Nuovo’, Furio Focolari si è espresso così su Maurizio Sarri: “Le parole di Sarri sono molto gravi e sono sbagliate. Il problema è anche lui, non solo chicchessia che mette questo presunto germe. Sarri spara nel mucchio e mette a forte disagio tutto il gruppo. La verità è che la Lazio ieri ha giocato con 8 elementi che non sono presentabili in Europa. Si può anche perdere in Coppa, ma i biancocelesti hanno fatto una figura meschina”.

“Le altre italiane? Questo turno mette tante carenze in risalto del nostro calcio, ma anche delle sorprese. Il Milan ed il Napoli ormai sono certezze. – ha affermato il giornalista – Gli azzurri sono spettacolari e Spalletti gioca un calcio stratosferico. Prima di dire che il Napoli vincerà lo Scudetto, devo ancora verificare la difesa. Detto questo, ad oggi gli azzurri restano la realtà più bella del nostro calcio”.