PAGELLE E TABELLINO MIDTJYLLAND-LAZIO 5-1: Sarri che vergogna. Gila, perché?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:46

Pagelle e tabellino di Midtjylland-Lazio, match valido per la 2a giornata della fase a gironi del gruppo F dell’Europa League 2022/23

MIDTJYLLAND

Lossl 5: male sul gol di Milinkovic-Savic, ma per sua fortuna è una goccia nell’oceano.

Thychosen 7: buona partita, ma i giocatori della Lazio gli rendono vita facile.

Sviatchenko 7,5: partecipa al festival del gol dei danesi con un bell’inserimento, era pure già andato vicino al gol.

Dalsgaard 6,5: va abbastanza in scioltezza, spazza quando c’è da farlo.

Paulinho 7: mattatore nella notte da sogno del Midtjylland. Al posto giusto al momento giusto sul primo gol, girata da bomber di razza.

Olsson 6,5: tiene in ordine la mediana, si inserisce con i tempi e i ritmi giusti.

Martinez 6,5: leggermente meno in vista dei compagni, ma gira anche lui in una serata del genere.

Evander 7,5: fa un po’ tutto lui. Batte il calcio di rigore del 3-0, sbaglia quello del 4-1 ma nel complesso è forse il migliore in campo.

Isaksen 8: di pari passo con il compagno. Si guadagna il rigore, bravo ad avventarsi sul tap-in del 4-1, sempre una spina nel fianco.

Kaba 7: indirizza definitivamente la partita con il raddoppio, molto bravo e pronto a sfruttare lo svarione di Gila.

Dreyer 6,5: apre gli spazi ai compagni, è sempre ben posizionato.

All. Capellas 7: regala una notte da sogno, storica, ai danesi. Un 5-1 alla Lazio favorita del girone è roba che racconti ai nipoti. Vittoria su tutta la linea.

LAZIO

Provedel 5,5: gli arrivano da tutte le parti, fa quello che può. Sui gol può poco, anzi un rigore lo aveva pure parato anche se respinto verso l’avversario. Sintomo che proprio non era serata.

Hysaj 4: lasciato spesso solo in mezzo a due in ripartenza, poi lui ci mette del suo.

Gila 3: che dire. È sembrato di vedere il primo Patric, Musacchio e Wallace tutti insieme. Un’impresa. Parlare degli episodi singoli è quasi superfluo, visto che porta la firma su più di metà dei gol danesi.

Romagnoli 4,5: nella tempesta danese affonda pure lui, finisce  – come dargli torto – anche nervoso. Dal 53′ Marusic 4: entra e non fa sfigurare ulteriormente i compagni. Regala un rigore dopo aver calcolato male il tempo dell’intervento.

Radu 4,5: il primo passaggio della partita dopo pochi secondi lo sbaglia. Presagio netto di sventura. Certo non è colpa sua la disfatta di stasera, anche perché giocare una volta ogni tanto a questa età non è semplice.

Vecino 4,5: troppo leggera sul primo gol, poi non è né preciso né determinato in zona offensiva. Dal 53′ Milinkovic-Savic 5,5: segna con l’aiuto del portiere, ma già era dura.

Cataldi 4,5: stendiamo un velo pietoso anche sul regista biancoceleste di stasera. Il riposo forzato di domenica non gli ha giovato. Un disastro pure lui. Dal 69′ Marcos Antonio 5,5: entra quando non c’è più niente da fare.

Luis Alberto 4,5: a lui si appigliava la Lazio, che però cade stasera tradita pure dallo spagnolo. Cincischia troppo.

Pedro 5: non era al meglio, forse l’unico semi giustificato. Un po’ di impegno e voglia ce la mette sempre, non mancano mai allo spagnolo. Unico tiro pericoloso il suo. Dal 53′ Cancellieri 4,5: partita già compromessa, colpevole sul 5-1.

Immobile 4,5: pure lui gira a vuoto stasera, conferma qualche difficoltà in questo periodo ma è ovviamente anche stanchissimo visto che le gioca tutte tutte.

Felipe Anderson 4: evanescente, fantasmagorico. Ma molto più fantasma che gorico. Invisibile e con più di qualche erroraccio sulle spalle. Dal

All.: Sarri 3: una serata che rimarrà storica al contrario per la Lazio. Una roba così è una vergogna, senza se e senza ma. In questi casi, il responsabile principale non può che essere l’allenatore. Ma poi continuerà ancora a essere un mistero incredibile i motivi che lo spingono a schierare Mario Gila. Atteggiamento inaccettabile.

Arbitro: Dabanovic 6: direzione normale, qualche rigore un po’ generoso per i danesi, va detto e sottolineato. Ma non può appellarsi di certo a questo la Lazio.

Il tabellino di Midtjylland-Lazio 5-1

Midtjylland Lazio 5-1: risultato e tabellino

Marcatori: 26′ Paulinho, 30′ Kaba, 50′ Evander, 55′ Milinkovic-Savic, 66′ Isaksen, 71′ Sviatchenko

MIDTJYLLAND (4-3-3): Lossl; Thychosen, Sviatchenko, Dalsgaard, Paulinho; Olsson, Martinez (61′ Charles), Evander; Isaksen (77′ Chilufya), Kaba (88′ Byskov), Dreyer (61′ Sisto).
A disp.: Olafsson, Ugboh, Gartenmann, Andersson, Kouakou, Hansen, Sørensen, Juninho.
All.: Cabellas

LAZIO (4-3-3): Provedel; Hysaj, Gila, Romagnoli, Radu (52′ Marusic); Vecino (52′ Milinkovic-Savic), Cataldi (68′ Marcos Antonio), Luis Alberto; Pedro (52′ Cancellieri), Immobile (77′ Romero), Felipe Anderson
A disp.: Maximiano, Magro; Patric, Casale, Bertini, Basic.
All.: Sarri.

ARBITRO: Dabanovic