“Non si può andare avanti”: arriva la sentenza su Allegri

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:01

Allegri in bilico dopo la sconfitta della Juventus contro il Benfica e arriva la sentenza: “Non si può andare avanti”

Mai prima d’ora la Juventus aveva perso le prime due partite di Champions League. I bianconeri contro il Benfica hanno mostrato tutti i limiti di questo momento: nessuna idea di gioco, calciatori confusi, sensazione di non sapere cosa fare quando si ha la palla tra i piedi.

Allegri via: la sentenza per la Juventus
Allegri © LaPresse

Una situazione che, ovviamente, ha fatto scattare l’allarme tra il popolo bianconero che ha individuato il principale responsabile: Massimiliano Allegri. Da settimane ormai, ad ogni battuta d’arresto della Juve, spopola l’hashtag Allegri out, l’invito dei social alla società di cambiare la guida tecnica. Su questo tema, prima ancora che arrivasse la sconfitta con il Benfica, si è espresso anche Arrivabene con una battuta che racconta però in maniera inequivocabile la situazione in casa bianconera: “Se i soldi per l’altro allenatore li metti tu”, la frase che non è passata inosservata. Con un ingaggio molto pesante e un contratto di altri tre anni, per la società pensare di esonerare Allegri passa inevitabilmente per riflessioni anche di carattere economico. Ed è su questo aspetto che arriva una sentenza netta.

Calciomercato Juventus, Focolari: “Via Allegri a prescindere dai soldi”

Juventus, sentenza Allegri: "Non si può andare avanti"
Massimiliano Allegri © LaPresse

A parlare è il giornalista Furio Focolari, intervenuto a ‘Radio Radio’ proprio sulla questione Juventus. Focolari tira in ballo proprio il fatto che dietro alla conferma di Allegri possano esserci aspetti di natura economica.

“Non so se è giusto mandare Allegri via adesso, ma se fosse giusto non può essere il fatto che ha un contratto a poterlo impedire, altrimenti non sei la Juventus, ma una squadra qualunque”. Per Focolari allora la scelta deve essere soltanto legata al terreno di gioco e non toccare anche l’aspetto economico: “Se la proprietà pensa che il male della Juventus sia esclusivamente o soprattutto Allegri, lo deve mandare via a prescindere dai soldi. Non si può andare avanti”. Per il momento il tecnico resta al suo posto con la sfida contro il Monza ultimo appuntamento prima della pausa per le nazionali. Riuscirà Allegri a convincere tutti che confermarlo sia la scelta più giusta?