“Come Haaland”: l’ex bomber incorona Vlahovic

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:38

“Vale Haaland”: l’ex bomber incorona Vlahovic nel giorno di Juventus-Benfica. Le parole sul gioiello serbo e non solo

È il giorno di Juventus-Benfica. Questa sera, all’Allianz Stadium, i bianconeri affronteranno la squadra portoghese reduce da 11 vittorie su 11 in questo avvio di stagione.

"Come Haaland": l'ex bomber incorona Vlahovic
Dusan Vlahovic, attaccante della Juventus © LaPresse

“Non è decisiva, ma importante. Per ottenere un risultato dovremo fare una prestazione da squadra, come compattezza, dovremo stare dentro la partita senza amnesie. In Europa le paghi a caro prezzo, servirà aggressività e compattezza”, ha dichiarato Massimiliano Allegri alla vigilia del match. A ‘La Gazzetta dello Sport’, l’ex attaccante della squadra portoghese, Nuno Gomes, ha parlato così: “Sono partiti fortissimo. Hanno vinto e dominato in tutte le partite giocate. Finora Roger Schmidt non ha sbagliato niente: propone un calcio molto offensivo, con tantissimo pressing che sfinisce gli avversari. Hanno tutto, è difficile dire cosa deve temere di più la Juventus. Davanti con Gonçalo Ramos, Rafa Silva e Neres di nuovo hanno tutto: tecnica, qualità e velocità”. Sul momento della Juventus, invece: “Non sta facendo bene, ma la Juventus è sempre la Juventus. Ha giocatore bravissimi. Non sono riusciti a giocare un calcio convincente finora ma restano sempre molto, molto competitivi. È una sfida apertissima”.

Nuno Gomes sicuro: “Vlahovic vale Haaland”

"Come Haaland": l'ex bomber incorona Vlahovic
Nuno Gomes, ex attaccante di Benfica e Fiorentina © LaPresse

Nuno Gomes si è poi espresso su Dusan Vlahovic e il paragone con Erling Haaland: “Oggi è già uno dei giovani migliori attaccanti, e il tempo è dalla sua parte: può crescere ancora tanto. Ha delle caratteristiche simili ad Haaland: possono essere il futuro per molti anni. A Dusan posso solo dire di lavorare sempre, in allenamento e in tutte le partite per migliorarsi in ogni occasione e diventare ancora più forte. In tutte tranne quella con il Benfica…”. Infine, su Milik e non solo: “Per me assolutamente sì. Anche perché abbiamo parlato solo di Vlahovic, ma anche Milik è fortissimo. Allegri ha molte soluzioni. Di Maria è un fuoriclasse, Kean, Kostic e Cuadrado risorse preziose. Può fare le due punte con tre centrocampisti, in attesa del ritorno di Pogba che offrirà altre alternative in più”.