Italia ripescata ai Mondiali, domani la sentenza ufficiale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:51

Possibile esclusione dai Mondiali in Qatar ed eventuale ripescaggio: domani la decisione ufficiale, anche l’Italia interessata

Un vero e proprio caos legato ai passaporti che, a poco meno di due mesi dall’inizio del Mondiale, rischia di stravolgere completamente gli scenari di Qatar 2022. Un caso che riguarda l’Ecuador e in particolare il difensore Byron Castillo, attualmente in forza al Leon, in Messico. Un caso che sembrava chiuso, vista la decisione della Commissione Disciplinare FIFA di archiviare il procedimento avviato contro la Federazione Ecuadoriana lo scorso giugno.

Italia, ripescaggio Mondiale: l'Ecuador rischia la squalifica
Roberto Mancini © LaPresse

Tutto però si è improvvisamente riaperto. A lanciare la notizia che Castillo non fosse nato in Ecuador e non fosse in possesso di regolare cittadinanza erano stati alcuni media cileni. La Commissione Disciplinare della FIFA aveva archiviato il tutto, ma ora le cose potrebbero cambiare. La Federazione Cilena aveva sottolineato come Castillo fosse in realtà nato in Colombia nel 1995 e non in Ecuador nel 1998 come riferisce il suo certificato. E un’indagine del ‘Daily Mail’ confermerebbe che il giocatore sarebbe in realtà colombiano e in possesso di un falso certificato di nascita. L’investigazione sarebbe stata coperta volontariamente dalla federazione dell’Ecuador, che ha cercato di insabbiare il caso.

Mondiali 2022, l’Ecuador rischia: speranze al minimo per l’Italia

Una svolta che potrebbe avere del clamoroso e che potrebbe escludere la ‘Tricolor’ dai prossimi Mondiali in Qatar. A testimonianza di ciò ci sarebbe inoltre una registrazione di un colloquio tra Castillo e il capo della commissione investigativa della federazione calcistica dell’Ecuador risalente al 2018, dove il giocatore avrebbe rivelato di essere nato nel 1995 a Tumaco, in Colombia, anziché nel 1998 in Ecuador, dove si sarebbe trasferito solo successivamente per poter diventare calciatore. Il tabloid inglese avrebbe fornito anche la prova di un documento in cui il presidente federale ecuadoriano era a conoscenza di tutto ciò, a dimostrazione dell’intenzione della Federazione di coprire il caso.

Ecuador a rischio squalifica dai Mondiali
Byron Castillo © LaPresse

A riguardo una svolta chiave potrebbe arrivare nella giornata di domani. Una decisione ufficiale su quella che sarà la presenza o meno dell’Ecuador al Mondiale è infatti attesa per domani, riferiscono da Oltremanica. Quasi impossibile però vedere l’Italia in Qatar se i sudamericani venissero esclusi. Molto più facile che il loro posto possa essere preso dal Cile, che si sarebbe qualificato senza i punti realizzati dall’Ecuador nelle otto partite in cui era sceso in campo Castillo oppure da un’altra compagine sudamericana, come il Perù, quinto nel girone di qualificazione Conmebol ed eliminato dall’Australia nello spareggio.