UFFICIALE: partita rinviata, decisione choc

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:15

La partita è stata rinviata a data da destinarsi. Una decisione accolta con grande sorpresa dalle squadre, ma che ha un motivo ben preciso

Il calcio non va sempre come i tifosi si aspettano e forse è anche giusto così, perché aggiunge imprevedibilità alla passione che arriva dal campo e dagli spalti.

Decisione choc: UFFICIALE, la partita è stata rinviata
Tifosi Brighton ©LaPresse

Altre volte, però, fa arrabbiare, soprattutto se è lo spettacolo ad andare in panchina. È esattamente quello che è successo tra Brighton e Crystal Palace. La partita di Premier League doveva giocarsi inizialmente sabato 17 settembre ed era previsto il calcio d’inizio alle ore 16. Purtroppo per i tanti tifosi che avevano già in programma di arrivare allo stadio per sostenere la loro squadra e i loro colori, non andrà esattamente così. Infatti, il match dell’ottava giornata è stato rinviato a data da destinarsi. Ma andiamo con ordine per farvi capire cosa è successo esattamente. La partita dovrà slittare, infatti, per una causa un po’ diversa dal solito: si tratta di uno sciopero ferroviario della RMT (National Union of Rail, Maritme and Transport Workers) che è, in pratica, un sindacato che si occupa dei trasporti. Questo causerà sicuramente diversi problemi logistici e soprattutto difficoltà nei viaggi e negli spostamenti. Problemi che, a quanto pare, sono stati reputati insormontabili, tanto che le squadre, dopo essersi confrontati con le autorità locali e con la Premier League stessa, hanno preso la più dolorosa delle decisioni: rinviare la partita a data da destinarsi.

Rinviata la partita di Premier League: le parole di Barber

UFFICIALE: partita rinviata, decisione choc
Brighton in campo ©LaPresse

Una decisione che è stata seguita poi dai passaggi ufficiali, dagli annunci dei club e anche dalle dichiarazioni. A spiegare la situazione è stato, in particolare, l’amministratore delegato del Brighton, Paul Barber. Ecco le sue dichiarazioni: “Sia noi del Brighton che il Crystal Palace volevamo che la partita si svolgesse nella data prestabilita. Poi c’è stato un dialogo per tentare di farlo, abbiamo parlato con tutte le autorità competenti. Però, alla fine, il Safety Advisory Group ci ha raccomandato di posticipare il match”. Barber spiega che il Brighton ha tentato diverse strade, prima di arrendersi al rinvio, ma non c’è stato nulla da fare: “Abbiamo valutato diverse opzioni e vari piani di emergenza, come scelte di viaggio aggiuntive o lo spostamento della partita all’inizio o alla fine della stessa settimana, ma non è stato possibile procedere in questo modo”.