Bologna, Mihajlovic alla resa dei conti: l’annuncio sul futuro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:56

Nel post partita di Spezia-Bologna, le dichiarazioni di Sinisa Mihajlovic, tecnico rossoblù, in discussione nell’ultimo periodo

Appuntamento ancora rinviato con la prima vittoria in campionato per il Bologna, che nemmeno contro lo Spezia riesce a portare via l’intera posta in palio. I rossoblù vanno in vantaggio con Marko Arnautovic, subiscono la rimonta e ancora con l’austriaco pareggiano, in un’altra gara con luci e ombre.

Bologna, Mihajlovic alla resa dei conti: l'annuncio sul futuro
Sinisa Mihajlovic (screen shot)

Tre punti in cinque gare per la squadra di Sinisa Mihajlovic, che chiaramente non può essere soddisfatto ed esprime tutto il suo rammarico, a fine partita, ai microfoni di DAZN. Ecco secondo il tecnico serbo quali sono stati gli errori commessi: “Abbiamo preso gol nel finale di primo tempo per non essere stati aggressivi in avanti, specialmente con i quinti di difesa, era solo questione di tempo prima che subissimo gol – ha dichiarato – Nella ripresa, siamo stati sfortunati a subire l’autorete nel nostro miglior momento, lo Spezia non ha fatto nulla mentre noi abbiamo giocato la nostra partita andando sempre all’attacco e creando le nostre occasioni”.

Sono giorni delicati per Mihajlovic, la cui posizione in panchina è in discussione dopo un inizio di campionato decisamente al di sotto delle aspettative. Si parla, al ritorno a Casteldebole, domani, di un incontro con il numero uno del club, Saputo. Interpellato, l’allenatore ha risposto così: “L’incontro col presidente? Non so se ci sarà domani oppure no, io sono sempre a disposizione. Se ho parlato alla fine della partita con i giocatori? A volte lo faccio subito, altre volte preferisco far passare un po’ di tempo e farlo a freddo, anche per rivedere la partita e capire quali sono stati gli errori”.

Mihajlovic risponde poi alle domande sul momento poco brillante di Barrow: “Quando lo facciamo giocare seconda punta cerca sempre la palla invece di attaccare la profondità – ha spiegato – Si vede che in questo momento non è in fiducia, più di farlo giocare e dargli spazio. In fase difensiva è molto ordinato e fa quello che gli chiedo, per la sua qualità in fase offensiva ci aspettiamo molto di più. Ma magari sbaglio io qualcosa nel modo di gestirlo”.