Li ha voluti, ma li lascia il panchina: “Non mi convince”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:41

La sessione estiva di calciomercato si è chiusa, ma alcuni nuovi acquisti non riescono a convincere uno degli allenatori della Serie A

Si è conclusa da un giorno la sessione estiva del calciomercato della Serie A, stagione 2022/2023, ma già si parla di quello che sarà a gennaio. Nel frattempo, si valutano i nuovi acquisti, alcuni dei quali non riescono a trovare spazio.

Li ha voluti, ma li lascia il panchina: "Non mi convince"
Il presidente della Lazio, Claudio Lotito ©️ LaPresse

In particolare, la Lazio di Claudio Lotito si è mossa moltissimo in questi mesi, portando in dote all’allenatore Maurizio Sarri ben otto nuovi acquisti. In primis Alessio Romagnoli, difensore centrale svincolato dopo l’esperienza al Milan e di dichiarata fede biancoceleste. Poi i portieri Ivan Provedel e Luis Maximiano. In difesa, oltre al già citato Romagnoli, ecco Gila dal Real Madrid e Casale dal Verona. A centrocampo il nuovo regista porta il nome del brasiliano Marcos Antonio, arrivato dallo Shakhtar Donetsk, mentre per l’attacco occhi puntati su Matteo Cancellieri, arrivato anch’egli dal Verona, un profilo davvero molto interessante. Mentre per il futuro, il direttore sportivo Igli Tare ha puntato su Sané Fernandes dello Sporting Clube de Portugal.

Di questi, in realtà, Sarri ha utilizzato con continuità Alessio Romagnoli e Ivan Provedel, visto il rosso rimediato da Maximiano alla prima giornata per una improvvida uscita fuori dall’area di rigore. Gli altri, invece, si sono dovuti accontentare di scampoli di partita e niente più. Chiaramente, non è escluso che possano accumulare minuti nel corso della stagione che ha appena preso il via, ma questa situazione a qualcuno fa storcere il naso.

Li ha voluti, ma li lascia il panchina: "Non mi convince"
Maurizio Sarri, seconda stagione alla Lazio ©️ LaPresse

“Li ha voluti e non li fa giocare”: non è convinto

Chi, appunto, storce il naso per questa situazione è il giornalista Furio Focolari, sempre vicino alle cose di casa Lazio. “Ci sono alcune cose che non mi convincono – ha detto a ‘Radio Punto Nuovo’ – I biancocelesti hanno comprati tanti calciatori che ha voluto e chiesto Sarri, ma poi non giocano. Parlo di gente come Gila, Casale, Marcos Antonio. Li ha voluti l’allenatore, ma restano in panchina”. Focolari si è, successivamente, concentrato sul Napoli: “Gli azzurri, invece, mi creano delle perplessità nella fase difensiva, nonostante degli arrivi molto importanti lì davanti. E già nella goleada di Verona, ebbi parecchi dubbi. Il Napoli però è fortissimo in attacco. Fossi in Sarri mi preoccuperei molto della fase offensiva del Napoli“. Infine, tranchant il giudizio su Luciano Spalletti, alla seconda stagione sulla panchina campana: “È un signor allenatore, ma è un grandissimo quando le cose vanno bene e meno grande quando le cose vanno male“.