Juventus, Allegri stroncato: “Non si aggiorna, i tifosi si stanno stufando”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:50

Prosegue il fuoco delle critiche su Massimiliano Allegri, bocciatura impietosa per il tecnico della Juventus da un noto quotidiano

Due giornate di campionato appena, per la ripartenza delle polemiche su Massimiliano Allegri e sul modo in cui fa giocare la sua Juventus. I bianconeri sono chiamati all’annata del riscatto, dopo due stagioni deludenti, ma quanto visto in campo nel pre-campionato, e soprattutto nell’ultima gara, quella di due giorni fa contro la Sampdoria, non sembra essere esattamente il viatico ideale.

Juventus, Allegri stroncato: "Non si aggiorna, i tifosi si stanno stufando"
Massimiliano Allegri © LaPresse

Ai microfoni, a fine partita, il tecnico si è detto ottimista, nonché soddisfatto del fatto che la sua difesa in campionato non abbia ancora preso gol, ma di certo la prestazione complessiva contro i blucerchiati non è stata memorabile, anzi. Non per caso, nel summit di mercato andato in scena alla Continassa la dirigenza non ha risparmiato critiche ad Allegri, chiedendogli una svolta dal punto di vista del gioco. Tutto ciò, al netto delle richieste che l’allenatore ha avanzato sul mercato per completare la rosa. Intanto, tra gli addetti ai lavori il fronte delle contestazioni è piuttosto compatto e dalle colonne di ‘Libero’ giunge un’altra bocciatura pesante nel confronti del livornese.

Juventus, Allegri sulla graticola: “Ingaggio ingiustificato”

Juventus, Allegri stroncato: "Non si aggiorna, i tifosi si stanno stufando"
Massimiliano Allegri © LaPresse

In un articolo apparso oggi sul quotidiano, si analizza la sua performance davanti alle telecamere a gara conclusa. Con le sue dichiarazioni che come sempre hanno lasciato qualche perplessità. Si legge infatti: “Sembra che Allegri sia l’unica persona rimasta sulla terra a credere in ciò che dice e fa come allenatore. Il suo lavoro finora non giustifica l’ingaggio da 7 milioni netti all’anno. Non è aggiornato, non vuole esserlo e pensa che non serva, o almeno così lascia intendere. Nel dibattito tattico, risponde con frasi ‘negazioniste’ e sbeffeggia, sia pur educatamente, chi vuole alzare il contenuto della discussione. Sta trollando il pubblico, ma non si accorge che la tifoseria si sta stufando e non ride più alle sue battute: si domanda se c’è differenza tra ciò che Allegri pensa e ciò che dice. Se fino a qualche mese fa si poteva pensare ad un bluff comunicativo, ora l’idea è che creda davvero nei concetti che esprime”.