Bocciato prima di firmare: “Colpa di Allegri, non è da Juve”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:19

Arrivano nuove pesanti critiche ad Allegri, ma anche al calciomercato della Juventus. Da Milik a Depay, ecco le dichiarazioni rilasciate in diretta

Il campionato è appena iniziato ma Allegri è già di nuovo nel mirino dei tifosi della Juventus. Nonché di parte della critica per via del brutto pareggio di lunedì in casa di una Sampdoria alla ricerca di un compratore.

Massimiliano Allegri ©LaPresse

Intervenuto in diretta a ‘Radio Radio’, il collega Furio Focolari ha lanciato una frecciata proprio ad Allegri partendo però dal calciomercato dei bianconeri. Un calciomercato che, per lui, è decisamente lontano dal blasone de ‘La Vecchia Signora’. In poche parole, non all’altezza del passato…

“Una volta prendeva i Tevez e gli Higuain in attacco, ora arriva Milik – ha esordito Focolari – Il polacco non è un giocatore da Juventus, nemmeno per la panchina. Al massimo può fare il giardiniere alla Continassa. Ma nemmeno Depay è da Juve: i giocatori che scartano le altre non lo possono essere, a meno che non si stia ultra normalizzando. E in questo processo – sottolinea chiamando in causa il tecnico livornese – grandi responsabilità sono di Allegri“.

In conclusione Focolari ‘boccia’ anche l’eventuale arrivo di Paredes: “E’ un buon giocatore, ma la Juve non sta comprando un vestito nuovo: sta mettendo le toppe su un abito di seconda mano”.

Calciomercato Juventus, sprint per Milik: incontro con l’agente per cercare un’intesa

Milik ©LaPresse

Dalle opinioni alle notizie, le ultime danno proprio Milik sempre più vicino alla Juventus. Come scritto da Calciomercato.it, Cherubini e soci hanno accelerato per il polacco dopo le nuove richieste avanzate da Memphis Depay, ancora non mollato del tutto. Oggi l’agente del polacco, David Pantak, si riunirà con la dirigenza per tentare di chiudere.

Col Marsiglia è già tutto concordato sulla base di un prestito oneroso da circa 2 milioni più diritto di riscatto a circa 8. Al centravanti ex Napoli, invece, la Juventus è pronta a garantire l’attuale stipendio (sui 4 milioni) che percepisce attualmente al Marsiglia. Le riflessioni sull’attacco proseguiranno, la decisione definitiva è attesa nelle prossime ore.